Il Portafoglio Italia 2015 “doppia” il Ftse Mib. E nel 2016 si replica!

A
A
A
di Finanza Operativa 31 Dicembre 2015 | 16:30

Si è chiuso ieri il 2015 borsistico. E il bilancio del Portafoglio Italia è ormai definitivo: in poco più di 11 mesi (è stato implementato infatti a metà gennaio), i tre panieri che lo compongono si sono comportati tutti decisamente bene. A dimostrazione della solidità della strategia sottostante, mutuata dalla metodologia dei “Dogs of the Dow” di Michael O’Higgins. A fronte di un Ftse Mib in crescita del 13,66%, il portafoglio dei “5 Dogs” guadagna il 29,59% e quello dei “10 Dogs” il 21,58% e anche il PPP (portafoglio composto dalla sola Unipolsai) ha sorpassato il benchmark, con un +13,54 per cento. Dei 10 titoli che compongono i portafogli, i migliori restano A2A (+58,5%), Mediolanum (+50,4%) e Terna (+36,1%). StM è rimasto poco sopra la parità (+0,74%), mentre l’unico titolo in rosso resta Igt (la ex Gtech) che accusa una perdita del 7,66 per cento. Qui tutti i numeri in dettaglio. Di seguito l’elenco dei titoli del portafoglio: A2a, Unipolsai, Enel, Terna, Snam, Mediolanum, StM, Eni, Igt, Atlantia.
Con la fine dell’anno il Portafoglio 2015 va ora in pensione. Nei prossimi giorni sarà pubblicato il nuovo Portafoglio Italia 2016. Stay tuned!! M.M.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, A2a: Standard Ethics conferma rating e outlook

Mercati, utility: le azioni per sfruttare il nuovo disegno legge

A2a, Standard Ethics migliora l’outlook a “Positivo”

NEWSLETTER
Iscriviti
X