Biotech, cosa è successo a settembre

A
A
A
di Finanza Operativa 11 Ottobre 2018 | 09:30

A cura di Bb Biotech
Il Nasdaq Biotech Index (NBI) ha chiuso il mese di settembre con una flessione del 0.1% in USD. Il NAV di BB Biotech è cresciuto del 0.1% in USD, 0.1% in CHF e sceso del 1.2% in EUR, mentre il prezzo dell’azione di BB Biotech è salito del 6.1% in USD, 6.8% in CHF e 5.1% in EUR.
Dopo la revisione di luglio delle componenti degli indici da parte di SIX Swiss Exchange, con effetto dal 24 settembre 2018 BB Biotech ha fatto il proprio ingresso nello Swiss Performance Index (SPI), nello Swiss Market Index Mid (SMIM) e nello SPI Extra. Le rispettive ponderazioni sono le seguenti – SPI: 0.31%, SMIM: 2.38%, SPI Extra: 1.51%.
A seguito della propria inclusione nei suddetti indici, a settembre il prezzo dell’azione di BB Biotech è cresciuto in modo costante, mentre il relativo valore netto d’inventario (NAV) e l’indice NBI hanno chiuso il mese con un andamento laterale. Questa dinamica si è tradotta in un ampliamento del premio dell’azione di BB Biotech rispetto al NAV nel corso del mese.
Akcea (+27.5%, in USD) ha annunciato dati positivi per uno studio di Fase II su AKCEA-Apo(a)-LRx nei pazienti con livelli elevati di lipoproteina(a) e patologie cardiovascolari conclamate. Soprattutto, si tratta dello studio più ampio e di durata maggiore finora condotto con l’utilizzo della tecnologia LICA di Ionis. Non solo i dati di efficacia sono risultati statisticamente positivi, ma il profilo di sicurezza è apparso altresì ben definito, senza segnali di attivazione piastrinica. Novartis detiene su questo preparato un diritto di opzione che, in caso di esercizio, comporterebbe un pagamento milestone a favore di Akcea e Ionis.
Alnylam (–28.0%, in USD) In occasione del congresso della Società Europea di Cardiologia, Pfizer ha presentato dati competitivi impressionanti per lo studio di Fase III ATTR-ACT su tafamidis, evidenziando riduzioni significative sia della mortalità dovuta a tutte le cause cardiache, sia dei ricoveri ospedalieri per motivi cardiovascolari nella cardiomiopatia TTR-relata. In precedenza, ad agosto, Alnylam aveva ottenuto l’approvazione di Onpattro  (patisirian) per la polineuropatia da TTR, ma le indicazioni terapeutiche ne escludevano l’impiego nei pazienti con cardiomiopatia.
Alexion (+12.2%, in USD) ha pubblicato dati di Fase III positivi per Soliris nella terapia del disturbo dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD); si tratta della quarta indicazione terapeutica per il farmaco, la cui approvazione è attesa l’anno prossimo. Soliris ha ridotto del 94% il rischio di ricaduta riconosciuta durante lo studio rispetto al placebo, mentre il profilo di sicurezza è in linea con quello registrato negli studi precedenti.
OUTLOOK. A novembre l’intero team di BB Biotech e il Consiglio di Amministrazione si riuniranno a San Francisco e San Diego per il proprio incontro strategico annuale. Oltre alle riunioni con varie società biotech, ubicate prevalentemente sulla costa occidentale  statunitense, il team coglierà l’opportunità per confrontarsi sulle proprie posizioni di portafoglio e sulla strategia d’investimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti