Utility, operatori elettrici in rivolta sugli oneri passanti. Possibili benefici sul working capital?

A
A
A
di Stefano Fossati 10 Luglio 2020 | 15:30

Secondo quanto riportato da Repubblica, gli operatori elettrici (attraverso le associazioni di categoria) sarebbero in rivolta sulla norma relativa agli oneri passanti in bolletta. Il provvedimento, prevede infatti, il pagamento di oneri e tasse in capo agli operatori, anche per gli insoluti in bolletta.

La norma, notano gli analisti di Equita, è particolarmente onerosa in conseguenza degli effetti del Covid-19, che ha aumentato il livello dei mancati pagamenti (e dei ritardi). Dopo la sospensione messa in atto da Arera negli ultimi mesi, è infatti previsto un conguaglio in autunno, che potrebbe mettere a rischio la sostenibilità finanziaria degli operatori piu piccoli e con magiore esposizione al commerciale (maggiormente impattato dal Covid).

Una possibile modifica della norma potrebbe tradursi in benefici sul working capital per tutto il settore elettrico.

L’andamento del settore utility a Piazza Affari negli ultimi 12 mesi

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti