Tre nuovi Etf da Deutsche Am

A
A
A
di Finanza Operativa 14 Marzo 2017 | 13:30

Deutsche Am ha lanciato sulla Borsa Italiana tre nuovi ETF, due azionari che adottano una strategia Minimum Volatility, ed uno che offre accesso ai titoli di stato americani con la copertura del rischio cambio Euro/USD.
I due nuovi ETF Minimum Volatility offrono esposizione al mercato azionario Americano (Isin: IE00BDB7J586) e a quello dell’Eurozona (Isin: IE00BDGN9Z19) ed appartengono alla famiglia dei prodotti Strategic Beta, ossia quegli ETF che replicano indici ideati utilizzando criteri alternativi rispetto alla capitalizzazione di mercato. Nello specifico l’obiettivo della strategia è quello di selezionare quei componenti che, sia presi singolarmente, che considerati nel loro insieme (sulla base di una matrice di correlazione), consentono di ridurre la volatilità dell’investimento.
Entrambi gli ETF sono già quotati sulla borsa inglese e su quella tedesca. Oggi sbarcano in Italia con l’intento di completare, a livello di esposizione geografica, una gamma di ETF Strategic Beta che posiziona Deutsche Asset Management tra i leader di mercato in Europa.
“Con la quotazione di questi due nuovi ETF Strategic Beta sul mercato italiano andiamo ad espandere la nostra offerta in questo segmento che riteniamo essere strategico per il futuro. Ci aspettiamo infatti una crescita esponenziale nel corso dei prossimi anni del segmento Strategic Beta, grazie anche all’interesse già mostrato dagli investitori, e alle opportunità offerte da questo genere di prodotti” ha dichiarato Isabella Liso, Strategic Beta Deutsche AM.
Gli ETF della gamma Strategic Beta offrono esposizione sia ad indici azionari che obbligazionari. Attualmente ci sono 28 ETF Strategic Beta targati Deutsche Asset Management, quotati in Europa ed in Asia, che rappresentano in termini di masse in gestione circa 5,1 miliardi di Euro, su un totale della piattaforma di ETF UCITS di circa 56 miliardi di Euro.
A differenza dell’ETF Minimum Volatility già quotato sul mercato di borsa, i 2 nuovi ETF non replicano un indice globale, ma dei benchmark che si riferiscono ad aree geografiche più ristrette, nello specifico USA e Area Euro. Lo scopo quindi è quello di completare una gamma prodotti che include già diversi ETF che replicano indici fattoriali calcolati da MSCI e che, oltre al Minimum Volatility, offrono esposizione anche ai seguenti fattori su scala globale: Quality, Value e Momentum.
Oltre agli ETF fattoriali, la famiglia degli ETF Strategic Beta azionari comprende queste categorie di indici: alto dividendo, equiponderati (equally weighted), e a bassa capitalizzazione (small-cap).
Nell’ambito del fixed income Deutsche Asset Management ha invece lanciato prodotti che applicano criteri qualitativi (Quality-weighted), ed “yield plus”, ossia che ricercano un’esposizione alle obbligazioni che offrono i rendimenti più alti all’interno di un universo di selezione (titoli di stato Euro o obbligazioni corporate investment grade).
Completa la gamma dei nuovi ETF sbarcati su Borsa Italiana il db x-trackers II iBoxx $ Treasuries UCITS ETF (Isin: LU1399300455) che riflette la performance di un basket molto diversificato di titoli di stato a tasso fisso emessi dal governo americano, appartenenti a tutte le classi di duration. Un’ulteriore importante caratteristica è la copertura del rischio cambio Euro/USD effettuata attraverso la sottoscrizione di contratti forward rinnovati su base mensile.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da State Street un prodotto sugli High Yield ESG Dividend Aristocrats

Da HANetf un poker di replicanti tematici originali, dalla space economy all’igaming

Etf: si profila un anno da record

NEWSLETTER
Iscriviti
X