NN IP, partnership con South Pole Group nei portafogli ESG

A
A
A
di Finanza Operativa 3 Aprile 2017 | 13:30

Il cambiamento climatico, i consumi energetici, le statistiche relative alla produzione dei rifiuti e all’utilizzo delle risorse idriche avranno un impatto sempre più significativo sull’andamento delle società che operano su scala globale. In questo contesto, è di fondamentale importanza poter disporre di strumenti di analisi per selezionare le società in grado di utilizzare in maniera più efficiente le risorse disponibili e quindi meno vulnerabili agli shock causati da situazioni di scarsa reperibilità o da cambiamenti del contesto normativo.

Con questi presupposti NN Investment Partners, asset manager con masse in gestione pari a circa 195 miliardi di euro e attiva nel campo degli Investimenti Responsabili dal 1999, incrementa la quantità di informazioni ESG a disposizione della propria ricerca interna avviando una partnership con South Pole Group, tra i maggiori fornitori di servizi legati alla green economy al mondo.

L’accordo consente a NN IP di andare oltre gli standard di mercato nella costruzione di portafogli ESG grazie a uno strumento di monitoraggio e analisi sviluppato da South Pole Group, in grado di raccogliere dati ambientali sulle emissioni di carbonio e sullo sfruttamento delle risorse naturali da parte delle aziende. Sarà così più facile, per NN IP, individuare le società in grado di utilizzare le risorse in maniera più efficiente e quindi identificare i rischi e le opportunità d’investimento che queste offrono.

“Abbiamo un dovere fiduciario verso i nostri i clienti: investire nel loro migliore interesse. La soluzione proposta da South Pole Group ci fornisce uno strumento per migliorare ulteriormente la qualità delle nostre decisioni di investimento e rispondere così alla crescente domanda dei clienti per prodotti in grado di offrire solidi rendimenti finanziari riducendo al contempo i rischi sociali e ambientali”, sottolinea Simona Merzagora, Managing Director di NN IP per l’Italia.

Più in dettaglio, l’integrazione di questo strumento innovativo di analisi ambientale nel suo processo di investimento, consente a NN IP di disporre di una visione più approfondita: lo screening di South Pole, infatti, arriva a includere anche le emissioni indirette di gas a effetto serra “che sono la conseguenza delle operazioni di un’organizzazione, ma che non sono direttamente collegate all’organizzazione o controllate dalla stessa” come i tragitti dei pendolari, i viaggi di lavoro, la logistica di terzi, la produzione di beni acquistati, le emissioni derivanti dall’uso di prodotti venduti e diverse altre.

La disponibilità di maggiori dati permette inoltre di elaborare ulteriori indicatori in campo ambientale che NN IP può mettere a disposizione dei propri clienti anche tramite una rendicontazione on-demand.

NN Investment Partners è attiva nel campo degli Investimenti Responsabili dal 1999, quando ha lanciato il fondo NN (L) Global Sustainable Equity e, nel corso degli anni, ha esteso il suo approccio responsabile a tutte le asset class. In seguito il gruppo olandese ha formalizzato il proprio impegno nell’integrazione dei fattori ESG nelle decisioni di investimento di tutti i fondi e mandati, firmando nel 2008 i Principi degli Investimenti Responsabili delle Nazioni Unite. Nel 2016, come passo più recente, NN IP ha avviato una partnership con ECCE (European Centre for Corporate Engagement) e ha ampliato la propria gamma di soluzioni sostenibili con il lancio in Europa delle strategie Euro Green Bond, Equity Impact Investing e Sustainable Multi-Asset.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, BlueBay AM rafforza il team di Leveraged Finance

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 06/12/2021

Fondi, i consulenti sono esterofili

NEWSLETTER
Iscriviti
X