Powell: “Il rallentamento non preoccupa”

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 9 Settembre 2019 | 13:00

La “corporate America” rallenta, ma gli operatori a stelle e strisce non si dimostrano preoccupati. In agosto i posti di lavoro creati sono stati solo 130mila, dato sotto le attese, che non ha spaventato alla fine della scorsa ottava Wall Street, ancora in ascesa nonostante le pressioni al ribasso dei tutoli del comparto tecnologicico.

Il rallentamento del mercato del lavoro, al suo 107esimo mese consecutivo di crescita, non preoccupa poi nemmeno la Casa Bianca e la Fed. “I dati mostrano un mercato del lavoro in una posizione forte” ha affermato da Zurigo (come riportato dal sito web della Rsi) il presidente Jerome Powell, che pur non intravedendo nessuna recessione all’orizzonte non manca di constatare i “significativi rischi” sulle prospettive economiche.

La Fed è impegnata proprio a monitorare queste rischi ed è impegnata “ad agire in modo appropriato a sostegno” dell’espansione economica” ha poi dichierato Powell, in Svizzera per un evento al quale partecipano anche il presidente della direzione della BNS Thomas Jordan, il CEO di CS Tidjane Thiam, la titolare di Ems-Chemie Magdalena Martullo-Blocher e la presidente di Economiesuisse Monika Rühl.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X