Exor al test delle resistenze

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 8 Luglio 2019 | 17:00

Dall’inizio di quest’anno Exor appare graficamente inserito in un canale ascedente che nelle ultime sedute ha riportato i corsi a ridosso della resistenza dinamica (limite superiore di questo canale) e della resistenza statica di medio lungo termine coincidenti in area 65,25/65,70 euro. Un movimento che ha anche spinto tutti i principali indicatori e oscillatori tecnici in territorio di ipercomprato e che, di conseguenza, almeno in ottica di breve termine, potrebbe comportare una prossima correzione del titolo.

I prossimi obiettivi tecnici di Exor

Dal punto di vista operativo l’eventuale mancata conferma del superamento della zona 65,25/65,70 euro potrebbe innescare un ritracciamento dei corsi con target prica a 65,50 e poi riportarli al test della soglia psicologica a quota 60. Per contro, il sorpasso del suddetto ostacolo (previa una breve fase laterale di consolidamento) favorirebbe un ulteriore allungo del titolo verso 67,50 in prima battuta e poi verso la zona 70,30/70,50 euro.     G.R.

Il trend di Exor a Piazza Affari

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Anima a Unidata

Investimenti: i titoli value non sono solo tra energitici e banche

Raccomandazioni di Borsa: i Buy degli analisti da Acea a Webuild

NEWSLETTER
Iscriviti
X