Websolute punta a crescere ulteriormente per linee esterne

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 7 Ottobre 2019 | 14:55

Websolute è tra le principali digital company italiane attiva nei settori della comunicazione e tecnologia digitale e del digital marketing e commerce. E dallo scorso 30 settembre la PMI con la qualifica di “innovativa” è quotata a Piazza Affari, dove dopo un debutto che ha spinto le quotazioni dagli 1,5 euro del prezzo di Ipo fino a un top di 2,70, è stata progressivamente oggetto di una serie di prese di beneficio che ha fatto scivolare i corsi fino ai 2,18 euro di oggi.

La storia, i numeri e le prospettive della società, nata nel 2001, fanno però ben sperare in un pronto recupero rispetto al prezzo di chiusura del 30 settembre (2,30 euro): nel 2018, il gruppo ha registrato un valore della produzione consolidato pari a circa 12,8 milioni, un EBITDA adjusted consolidato pari a circa 1,7 milioni di euro (EBITDA margin adjusted 13,7%), un utile netto consolidato pari a 0,7 milioni e una Posizione Finanziaria Netta pari a circa 2,5 milioni.

“La quotazione su AIM rappresenta per noi un grande stimolo per il perseguimento dei nostri obiettivi – Lamberto Mattioli, presidente e ad di Websolute – Le risorse raccolte verranno destinate sia ad aumentare le competenze e la specializzazione del nostro capitale umano e migliorare i nostri servizi offerti, sia per l’ampliamento della rete commerciale nonché per la crescita per linee esterne. Puntiamo infatti ad acquisire società italiane di piccole e medie dimensioni, trasversali al nostro core business, che possano garantire un ulteriore aumento del valore aggiunto che offriamo ai nostri clienti“.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni Aim, Websolute: il Covid rallenta il 2020, ma il consensus è positivo

Websolute debutta su Aim Italia, il titolo chiude a +53%

NEWSLETTER
Iscriviti
X