La Svizzera perde competitività

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 10 Ottobre 2019 | 14:00

Nella classifica del Forum economico mondiale sulla competitività di 104 paesi la Svizzera perde una posizione mentre Singapore soffia il primato agli Stati Uniti, che restano davanti a Hong Kong e Paesi Bassi.

La Svizzera, quinta, riceve il massimo punteggio in campo macroeconomico e, come riportato dal sito web della Rsi, buone note per quanto riguarda i mercati finanziari. La valutazione è buona anche per capitale umano e aspettativa di vita.

Tra gli ambiti da migliorare vengono citati gli ostacoli commerciali e la complessità delle tasse doganali, lo scarso dinamismo aziendale, l’avversione relativamente alta delle imprese ai rischi e la loro mancanza di disponibilità a perseguire idee innovative.

D’altronde, come di recente annunciato dal KOF, il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico federale di Zurigo, l’economia elvetica continuerà a crescere, ma ad un ritmo meno sostenuto di quanto previsto finora, complici anche le turbolenze internazionali attuali, come la vertenza commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina. Il Kof ha nel dettaglio abbassato le sue previsioni per quest’anno dall’1,6% allo 0,9% (1,4% senza eventi sportivi) e, per il 2020, dal 2,3% all’1,9% (senza eventi sportivi: 1,5%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Svizzera in discesa dal 1° al 4° posto nella classifica della competitività

Svizzera, Pil in crescita dello 0,6% nel primo trimestre

Competitività, Hong Kong, Svizzera e Usa sui primi tre gradini del podio

NEWSLETTER
Iscriviti
X