Ufficiale il matrimonio Fca-Psa: agli azionisti Fiat-Chrysler maxi-dividendo da 5,5 mld e la quota in Comau

A
A
A
di Stefano Fossati 31 Ottobre 2019 | 10:00

E’ ufficiale il via libera al matrimonio alla pari Fca-Psa: lo annunciano in una nota congiunta le due società che – si legge – “progettano di unire le forze per creare un leader mondiale in una nuova era della mobilità sostenibile”. Il nuovo gruppo che nascerà dalla fusione sarà controllato al 50% dagli azionisti del gruppo Psa e al 50% dagli azionisti di Fca.

Il consiglio di amministrazione della società Fca-Psa sarebbe composto da 11 membri: cinque saranno nominati da Fca (incluso il presidente John Elkann) e cinque nominati da Psa (inclusi il senior independent director e il vicepresidente). Il Ceo del nuovo gruppo sarà Carlos Tavares (attuale Ceo di Psa) che avrà un mandato iniziale di cinque anni. Fra gli obiettivi del nuovo gruppo, “sinergie annuali a breve termine stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti”.

Prima del perfezionamento dell’operazione Fca distribuirebbe ai propri azionisti un dividendo speciale di 5,5 miliardi di euro e la propria partecipazione in Comau; Psa distribuirebbe ai propri azionisti la partecipazione del 46% in Faurecia. La capogruppo, con sede in Olanda, sarà quotata a Milano, Parigi e New York “e mannterrà significative presenze nelle attuali sedi operative in Francia, Italia e Stati Uniti”. In apertura di contrattazioni a Piazza Affari il titolo Fca vola a +9%, mentre a Parigi Peugeot perde circa il 6,5%, per poi portarsi fino a -8,8%.

L’operazione porterà alla nascita del quarto costruttore al mondo con 8,7 milioni di auto vendute alle spalle di Gm, Volkswagen e l’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. Oltre 400mila i dipendenti, per un fatturato che sfiorerà i 200 miliardi di euro.

I numeri delle due società

Fca
– Marchi: 10 (Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Dodge, Fiat, Fiat Professional, Jeep, Lancia, Ram e Maserati)
– Stabilimenti: 102
– Dipendenti: 199mila
– Fatturato: 110 miliardi di euro nel 2018
– Auto vendute: 4,8 milioni

Psa
– Marchi: 5 (Peugeot, Citroen, Ds Automobiles, Opel e Vauxhall)
– Stabilimenti: 45 (assemblaggio e componentistica)
– Dipendent: 211mila (di cui 68mila in Francia)
– Fatturato: 74 miliardi di euro nel 2018 (+18,9% sul 2017)
– Auto vendute: 3,9 milioni (il 90% in Europa)

“Sono contento di avere l’opportunità di lavorare con Carlos (Tavares, ndr) e il suo team su questa aggregazione che hai potenziale per cambiare il settore”, è il commento di Mike Manley, attuale amministratore delegato di Fca sull’intesa con Psa. “Abbiamo una lunga storia di cooperazione con Psa Group e sono convinto che, insieme a tutte le nostre persone, potremo creare una società leader nella mobilità a livello globale”, aggiunge Manley.

“Questa convergenza porta significativo valore a tutti gli stakeholder e apre le porte di un brillante futuro all’entità che ne nasce. Sono soddisfatto del lavoro già fatto con Mike (Manley, ndr) e sarò molto felice di lavorare con lui per costruire insieme una grande compagnia”, ha commentato da parte sua Carlos Tavares.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X