Raccomandazioni: i Buy di oggi da Cerved a Telecom Italia

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 9 Marzo 2021 | 11:00

Bestinver assegna un buy a:

Cerved con prezzo obiettivo di 8-9 euro (Ion Capital Partners di Andrea Pignataro, insieme al fondo sovrano di Singapore Gic, ha promosso un’offerta pubblica d’acquisto volontaria sull’intero capitale di Cerved Group finalizzata al delisting, il prezzo proposto è di 9,50 euro per azione), Leonardo con fair value di 7-8 euro (oggi i risultati del quarto trimestre 2020), Prysmian con target price di 21,50-22,50 euro in scia al rilascio della dichiarazione finale di impatto ambientale per il progetto Vineyard Wind, Saras con fair value di 1,20-1,30 euro in scia all’andamento del margine di raffinazione e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,75-0,80 euro (l’ex monopolista telefonico e i sindacati hanno raggiunto un accordo su una riduzione di 1.300 posti di lavoro in Italia quest’anno).

Equita valuta buy:

Cementir con target price di 9 euro (risultati preliminari del 2020 nel pomeriggio di oggi), Cerved con prezzo obiettivo di 9,20 euro, Credem con target di 5,90 euro (firmato un accordo per la vendita del controllo di Cedacri a Ion per un enterprise value di 1.5 mld di euro), Datalogic con fair value di 14,80 euro (domani la trimestrale), Eni con obiettivo di 10,50 euro in scia ai rumors sulla quotazione del business retail-rinnovabili, Erg con fair value di 28,50 euro (il processo di cessione degli assets Hydro e Ccgt potrebbe essere avviato ufficialmente a fine mese con i dossier mandati agli advisors), Leonardo con obiettivo di 8,80 euro e SeSa con target di 113 euro (partnership con TeamSystem tramite l’acquisizione di una quota di maggioranza in Citiemme/Var4Team).

Intesa Sanpaolo giudica buy:

Exor con fair value di 83,40 euro (investimento di 541 mln di euro per acquisire il 24%
di Christian Louboutin), Italgas con obiettivo di 6 euro (accordo di collaborazione con Jemena), Piaggio con fair value di 3,60 euro (lancio del marchio Aprilia in Nepal), SeSa con obiettivo di 125 euro, Stellantis con target di 19,90 euro in scia allo spin-off di Faurecia e Telecom Italia con fair value di 0,57 euro.

Giudizio inoltre add per Aeffe con obiettivo di 1,26 euro ridotto però dai precedenti 1,39 euro  in scia alle previsioni dell’istituto per il 2021, Azimut con target di 21,50 euro in scia ai dati sulla raccolta di febbraio, Banco Bpm con fair value di 2,2 euro, Banca Generali con obiettivo di 32,40 euro (raccolta a febbraio), Banca Ifis con target di 12,50 euro, alzato dai precedenti 11,70 euro dopo i risultati 2020 e Poste Italiane con fair value di 9,70 euro (nuova iniziativa assicurativa e nel business dei pagamenti).

Banca Akros giudica buy:

Azimut con target di 23 euro in scia alla raccolta a febbraio, Cementir con obiettivo di 9 euro, Digital Bros con fair value di 25 euro (oggi la semestrale), Eni con target di 11,50 euro, Leonardo con obiettivo di 9 euro, Openjobmetis con fair value di 10 euro (possibili nuove misure a favore del lavoro temporaneo) e Stellantis con target di 18,40 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Banca Generali con obiettivo di 31 euro, Datalogic con target di 17,40 euro (oggi i risultati preliminari del 2020), Falck Renewables con fair value di 6,50 euro, ridotto però dai precedenti 7 euro in vista dei risultati del 2020 in calendario l’11 marzo, Inwit con target di 11,30 euro in scia all’Ipo di Vantage Towers, Italgas con target di 6 euro e Stellantis con fair value di 18,40 euro.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy odierni degli analisti da Acea a Unicredit

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da A2a a Unieuro

Raccomandazion i di Borsa: i Buy di oggi da Cementir a Unieuro

NEWSLETTER
Iscriviti
X