Le reti in Borsa: colpo di reni per Anima

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 10 Marzo 2021 | 16:02

Anima Holding torna sugli scudi a Piazza Affari, dove segna un rialzo supere al 3% in scia all’annuncio di una partnership con Banca di Credito Popolare nel risparmio gestito con una durata di cinque anni, rinnovabile.

Rialzi frazionali inoltre per Azimut, Banca Generali, Banca Mediolanum e Finecobank. In territorio negativo invece Credem.

Titolo Quotaz. Perf. giornaliera Perf. Tot ret. a 12 mesi Rendimento dividendo
Anima Holding 4,37 3,21% 34,02% 5,29%
Azimut Holding 19,80 0,74% 25,83% 5,10%
Banca Generali 29,48 0,41% 19,71% 18,13%
Banca Mediolanum 7,65 0,53% 14,84% 10,18%
Credem 4,96 -1,49% 21,70% 4,05%
Finecobank 14,69 0,17% 64,03%

Il quadro tecnico Anima Holding

Anima Holding ha oltrepassato di slancio la trendline discendente di breve termine al momento passante per 4,285 euro proseguendo così nell’uptrend in atto dalla fine dello scorso ottobre.

Dal punto di vista operativo, al rialzo il primo obiettivo tecnico del titolo è individuabile a quota 4,425, top dello scorso giugno, successivamente a 4,645 e ancora a 4,80, dove era stato aperto un gap ribassista lo scorso marzo. Stop loss da posizionare a 4,285.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X