Mercati, commodity: alluminio sugli scudi. Gli Etc per sfruttarne il trend

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 15 Marzo 2021 | 12:42

I buoni dati macro cinesi tra gennaio e febbraio (investimenti in capitale fisso +35% su base annua, produzione industriale +35,1% e vendite al dettaglio +33,8%) sembrano supportare il comparto delle materie prime.

In questo ambito, nel comparto dei metalli industriali, quello che stupisce maggiormente per la sua resilienza è l’alluminio, soprattutto alla luce di quanto accaduto sul fronte fondamentale nelle giornate passate.

“Le scorte ufficiali al London Metal Exchange hanno registrato un incremento prossimo al 50% la scorsa settimana che ha al contempo fatto registrare anche un nuovo record storico in termini di materiale messo on -warrant in una sola giornata – spiega Michael Palatiello, amministratore delegato e strategist di Wings Partners Sim – al tempo stesso i buoni dati sulla produzione industriale cinese non nascondono gli eccessi  in tema di produzione (+8,4% nei primi due mesi dell’anno e niovo record storico per il periodo per output giornaliero); eppure la reazione della quotazione del metallo leggero non appare risentire di questi che sono indubbiamente elementi poco favorevoli a un rialzo dei prezzi, con i corsi del metallo che veleggiano ancora questa mattina non troppo distanti dai massimi pluriennali“.

A spiegare tale tenuta delle quotazioni – continua Palatiello – il paradosso creato dalle elevate giacenze che potrebbe, nella teoria di alcuni, creare una situazione favorevole ad un “super contango (ovvero prezzi a termine significativamente più elevati rispetto ai prezzi a breve)”.

Alluminio, le quotazioni del future al London Metal Exchange

“Come accadde nel 2008 – spiega lo strategist e ad della Sim milanese – un contango elevato sulle scadenze a termine consente di implementare operazioni di carry trade piuttosto remunerative, acquistando metallo a pronti e rivendendolo a termine con un premio: se infatti il premio generato dalla vendita a termine è consistentemente superiore alle spese relative al finanziamento della posizione ed al costo dei magazzini nel periodo (il metallo di fatto non si muove, e l’acquisto di fisico si esplcita in una semplice compravendita di warrants), questa situazione può scatenare l’appetito di investitori che, sopratutto in fasi di incertezza come quelle attuali sulle borse, sono in cerca di rendimenti sicuri ed alternativi, e di fatto quello su alluminio equivale ad investimento senza rischio in quanto si detiene il materiale e si fissa al contempo già in anticipo il prezzo di vendita (quindi a meno che non fallisca la Borsa, rischi non ve ne sono di alcun tipo, l’operazione ha già dei parametri definiti in partenza)”.

Gli Etc sull’alluminio a Piazza Affari

Al rialzo, sull’alluminio a Piazza Affari sono disponibili i seguenti Etc: l’Etfs Aluminium, l’Etfs Eur Daily Hedged Aluminium e l’Etfs Daily Leveraged Aluminium. Al ribasso è invece disponibile l’Etc Short: Etfs 1x Daily Short Aluminium.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, la svolta green fa volare i metalli industriali

Rame e alluminio in ascesa: il piano quinquennale in Cina punta sulle auto elettriche

Palatiello (Wings Partners Sim): “Metalli non ferrosi sostenuti dal recupero cinese”

NEWSLETTER
Iscriviti
X