Vista apertura in ribasso per le Borse UE, pesano le banche

A
A
A
di Redazione 4 Giugno 2008 | 08:21
Si attende un’apertura negativa per le Borse del Vecchio Continente che risentono della chiusura negativa di Wall Street. Sotto la lente le banche dopo la debacle di Lehman Brothers.

Seduta di ieri negativa per le borse americane con l’indice S&P500 in discesa dello 0.58%.

In particolare l’indice dei finanziari ha segnato il suo nuovo minimo dal 17 marzo. A fomentare le vendite il rumor secondo il qual e Lehman Brothers debba ricorrere ad un aumento di capitale per far fronte a nuove perdite. Il titolo Lehman ha lasciato sul campo il 9,4%.

Ma il vero protagonista del pomeriggio/serata di ieri è stato Ben Bernanke che, dichiarando di monitorare con l’attenzione l’andamento dell’inflazione e del dollaro, ha messo le ali al biglietto verde sino a farlo quasi tornare a 1,54 contro Euro, spingendo anche in ribasso il prezzo del petrolio a 124$.

La forza del dollaro e la debolezza del petrolio hanno spinto in rialzo il Nikkei del 1,6% e sulla piazza del sol levante anche le banche hanno saputo registrare buone performance.

Stamane in Europa il bund tenta di riprendersi dalla forte discesa di ieri che lo ha portato a ritestare i minimi mentre i listini azionari si avviano all’apertura in ribasso con l’indice Eurostoxx50 a -0,7%.

Oggi occhi puntati sulle vendite al dettaglio in zona Euro alle ore 11:00 e nel pomeriggio sull’indice ISM non manifatturiero negli Stati Uniti alle 16:00.

In Italia attenzione sul titolo As Roma, dopo che George Soros ha dichiarato di non essere interessato ad un’acquisizione e Tiscali, in attesa dei dettagli dell’offerta Vodafone.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X