Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Banca Sistema a Valsoia

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 26 Marzo 2021 | 11:01

Intesa Sanpaolo assegna un buy a:

Banca Sistema con prezzo obiettivo di 2,30 euro dopo la diffusione del business plan al 2023, Be con target price di 1,80 euro in scia alla Conference Star di Borsa Italiana, Carraro con obiettivo di 3 euro (oggi i risultati 2020), De’ Longhi con fair value di 40,50 euro dopo la presentazione del business plan al 2023, Eurotech con obiettivo di 6,90 euro in scia alla Conference Star di Borsa Italiana, Exor con target di 80,40 euro dopo i risultati del 2020, Fila con fair value di 13 euro in scia alla Conference Star di Borsa Italiana, Guala Closures con fair value di 9,90 euro (Investindustrial ha annunciato il lancio dell’offerta di acquisto obbligatoria al prezzo di 8,20 euro per azione), Iren con obiettivo di 3,50 euro dopo i risultati del 2020, Telcom Italia con target di 0,57 euro (il governo Draghi sta pensando a una legge sulla banda larga da realizzare entro il 2026 e che sarà affidata ad una nuova società nazionale della rete in cui Cdp avrà un peso forte, “ma non necessariamente una posizione di controllo”) e Valsoia con obiettivo di 20 euro in scia ad alcune acquisizioni strategiche come Piadina Loriana.

Giudizio inoltre add per Ascopiave con fair value di 4,40 euro (confermati i drivers di crescita per l’esercizio in corso), Cementir con obiettivo di 9,70 euro in scia alla Conference Star di Borsa Italiana, Generali con obiettivo di 17 euro (Aviva ha annunciato di aver trovato l’accordo per la cessione al gruppo assicurativo tedesco Allianz dei suoi asset in Polonia per 2,5 miliardi), Irce con target di 2,20 euro in scia alla Conference Star di Borsa Italiana, Poste Italiane con fair value di 12,30 euro, migliorato dai precedenti 9,70 euro in scia al business plan al 2024 e Terna con obiettivo di 7,10 euro (risultati 2020 migliori del consensus).

Banca Akros giudica buy:

Buzzi Unicem con obiettivo di 27 euro dopo i risultati del 2020, Carraro con target di 3 euro, Fila con fair value di 13 euro, Iren con target di 2,70 euro, Leonardo con obiettivo di 9,50 euro (incassati 300mln di euro dal contratto in Kuwait) e Salcef con fair value di 14,50 euro dopo i risultati del 2020.

Giudizio accumulate inoltre per Atlantia con target di 17 euro (all’assemblea del 29 marzo Edizione e la Fondazione Crt voteranno contro la proroga del progetto di scissione di Aspi), Banca Sistema con obiettivo di 2,10 euro, Generali con fair value di 18 euro e Moncler con target di 56 euro (approvato l’aumento di capitale per acquistare Stone Island).

Bestinver assegna un buy a:

Buzzi Unicem con target di 25-27 euro.

Barclays valuta overweight:

Poste Italiane con obiettivo di 14 euro.

Mediobanca giudica outperform:

Banca Farmafactoring con obiettivo di 8 euro (Massimiliano Belingheri confermato ad e nominato un nuovo board con un mandato di tre anni), Bper Banca con target di 2,20 euro (emissione di bond per complessivi 500 mln di euro), Cellnex Telecom con obiettivo di 72,60 euro (possibile ingresso di più fondi sovrani nell’aumento di capitale della società), Digital Value con fair value di 56 euro (il management vuole accelerare nel processo di M&A), Erg con target di 29,50 euro (secondo indiscrezioni stampa potrebbe presto ricevere un’offerta non vincolante per gli asset nel settore idrico e CCGT), Exor con fair value di 82 euro dopo i risultati del 2020, Iren con target di 3 euro, Italgas con fair value di 6,50 euro (partner con Tiscali per la distribuzione del gas in Sardegna), Salcef con target di 13,70 euro dopo i risultati trimestrali e Somec con obiettivo di 18 euro dopo i risultati del 2020.

Equita valuta buy:

Aquafil con target price di 6,30 euro (nel medio termine è confermata la volontà di aumentare la penetrazione di Econyl), Cerved con fair value di 9,20 euro (oggi in calendario l’investr day), De’ Longhi con prezzo obiettivo di 38,60 euro (target al 2023 superiori alle attese), Fiera Milano con target di 3,70 euro (sta valutando partnership con player internazionali per portare le proprie manifestazioni più importanti all’estero), Eni con obiettivo di 10,50 euro (annunciata la scoperta più grande nel Mare del Nord da inizio anno), NB Aurora con fair value di 10,30 euro, alzato del 3% in scia all’incremento del Nav, Openjobmetis con target di 9,80 euro (il nuovo Governo italiano sta mostrando aperture verso il mondo delle agenzie per il lavoro private), Pirelli con obiettivo di 5,50 euro (la nomina di Giorgio Bruno come vice ad è un segno di continuità), Recordati con fair value di 53,50 euro (il farmaco Isturisa è stato approvato anche in Giappone), Sabaf con target di 26 euro in scia alla guidance 2021, SeSa con fair value di 125 euro (conferma delle prospettive di crescita double digit del segmento SSI), Sicit con obiettivo di 14,50 euro (ha nel piano il raddoppio della capacità produttiva per il 2023-24 con le iniziative in corso), Telecom Italia con fair value di 0,51 euro (il ministro Giorgetti conferma l’attualità del progetto rete unica e chiede tempi di decisione rapidi) e Technogym con target di 10,50 euro (2020 sopra le attese e outlook supportivo sul fatturato).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Eni a Saras

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti A2a a Stellantis

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Anima a Stellantis

NEWSLETTER
Iscriviti
X