Mercati, l’inflazione è un falso rischio

A
A
A
Avatar di Redazione 29 Marzo 2021 | 16:02

«Dopo la pandemia del 2020, le misure di sostegno politico senza precedenti messe in atto dalle autorità monetarie e fiscali, insieme al progressivo lancio dei vaccini Covid-19, hanno stabilito le precondizioni per una reflazione economica globale, che comporta la prospettiva di un ritorno progressivo della produzione e dell’inflazione al loro trend di lungo periodo. Non siamo quindi in presenza di un rischio inflazionistico a breve», sostiene Michael Blümke, Senior Portfolio Manager di Ethenea Independent Investors, che di seguito dettaglia la propria view.

La reflazione è ampiamente definita come la fase iniziale di una ripresa economica dopo un periodo di contrazione e un contesto reflazionistico è positivo per gli asset di rischio, perché comporta politiche macroeconomiche di sostegno, una ripresa economica ciclica e un livello dei prezzi in aumento moderato, che si avvicina progressivamente all’obiettivo del 2% delle banche centrali. Una situazione del tutto diversa da un ambiente inflazionistico, che indica un aumento incrementale del livello generale dei prezzi in una situazione di piena capacità.

Anche i tassi d’interesse stanno aumentando quasi ovunque. Tuttavia, nell’Eurozona hanno rallentato, sia perché la crescita è leggermente inferiore sia perché devono continuare a essere tenuti bassi a causa dell’alto debito pubblico di alcuni Stati membri.

In termini generali, ci aspettiamo che saranno soprattutto gli Stati Uniti a beneficiare dell’attuale combinazione di politica fiscale e monetaria. Tuttavia, l’aumento dei prezzi delle materie prime e l’aumento della domanda di importazioni dovrebbero sostenere anche i mercati emergenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il problema è l’infezione, non l’inflazione

Mercati, la partita inflazione tra volatilità si gioca negli Usa

Mercati, la Fed vuole l’inflazione, Wall Street anche

NEWSLETTER
Iscriviti
X