Azioni Aim, KI Group: il rilancio passa dalla riorganizzazione. L’analisi

A
A
A
di Redazione 1 Aprile 2021 | 10:41

KI Group Holding prosegue con il percorso di riorganizzazione del business e rafforzamento economico-patrimoniale unitamente alle iniziative commerciali destinate a mitigare l’impatto della pandemia. Iniziative quali il potenziamento del teleselling nonché l’implementazione e il consolidamento di altri canali tra cui la vendita di prodotti a marchio attraverso un’autonoma piattaforma di web selling. Nel processo di rilancio si inseriscono anche l’accordo in esclusiva con Glovo siglato lo scorso dicembre e l’acquisizione del 100% di Bio & Tradizione del gennaio di quest’anno. Dal lato del consolidamento patrimoniale, dopo l’aumento di capitale da 2,25 milioni eseguito nel 2020 ed interamente sottoscritto e versato nel 2021 da tutti i soci di Ki Group s.r.l, prosegue quello da massimi 3 milioni, di cui oltre 500mila euro versati, dallo scorso dicembre ad oggi, da parte di Negma Group. Inoltre Invitalia ha sottoscritto un bond da 2,7 milioni, a favore di KI Group s.r.l stessa, e la società prevede la revoca del status di liquidazione della controllata “La Fonte della Vita”. Ecco di seguito l’analisi di Market Insight.

        1. Modello di business
        2. Ultimi avvenimenti 
        3. Conto economico
        4. Stato patrimoniale  
        5. Ratio
        6. Outlook
        7. Borsa

Modello di business

KI Group Holding opera, tramite le controllate KI Group, La Fonte della Vita e Organic Food Retail, nella distribuzione all’ingrosso, commercializzazione e produzione di prodotti biologici e naturali, prevalentemente nel territorio nazionale, e principalmente attraverso i canali specializzati (alimentari biologici, erboristerie e farmacie).

KI, pioniera nel mondo dell’alimentazione biologica, inizia il suo percorso come laboratorio che sfornava biscotti e confezionava farine e cereali biologici e incontra i suoi futuri importanti clienti, ovvero i primi storici negozi specializzati di alimentazione naturale che si andavano diffondendo in Italia ed alcuni centri macrobiotici.

Negli anni successivi, la domanda crescente richiede un rafforzamento significativo di tutta l’azienda, processo che vede l’acquisizione del 100% de “La Fonte della Vita”, una delle prime realtà produttive italiane specializzata nella produzione di proteine vegetali biologiche.

Nel confermare la sua strategia di espansione, KI Group entra poi a far parte di Bioera e nel 2013 sbarca sul mercato AIM Italia.

Il percorso di rafforzamento è proseguito anche negli ultimi anni con la ricerca di nuovi canali da servire in Italia e all’estero. 

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi di Market Insight su KI Group.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, obbligazioni: un pieno d’emissioni

Mercati, commodity: il rame resta l’osservato speciale

Obbligazioni: nuove emissioni sotto il segno del green

NEWSLETTER
Iscriviti
X