Mercati, ecco le azioni italiane ed europee impattate dal piano Biden

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 2 Aprile 2021 | 10:07

In relazione al nuovo piano infrastrutturale proposto da Biden negli Stati Uniti, gli analisti di Equita segnalano i titoli che non beneficerebbero del piano ma che ne sarebbero invece impattati negativamente dall’aumento del corporate tax rate (dal 21% attuale al 28%) destinato a finanziare la manovra. Eccoli di seguito.

Industriali: Stellantis (con oltre il 50% degli utili negli Usa), CNH Industrial (circa 25%), Brembo e Pirelli (circa 20%) e Leonardo (di poco inferiore al 20%).

Settore lusso: i titoli del settore realizzano in Nord America il 15-20% circa del loro fatturato (più esposti Brunello Cucinelli, con il 32% e LVMH con il 25%, meno esposto Tod’s, 6%), anche se l’esposizione in termini di utili è minore essendo relativa ai soli margini del retail.

Altri consumers: Autogrill ha circa 60% dell’EBITDA in Usa, EssilorLuxottica il 50% circa dei ricavi in Olanda, Fila 45% del fatturato in Usa Campari 29%, De’ Longhi (post acquisizione Capital Brands) circa il 20%, Technogym (inferiore al 10%).

Datalogic circa 30% del fatturato in Nord America.

Fra le società europee (in portafoglio) con una esposizione fra il 25% ed il 35% in Usa gli analisti della Sim milanese segnalano inoltre Air Liquide, Dsm, Henkel, Linde, Lonza e Merck.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investitori in attesa del carburante delle politiche fiscali, prima tappa il piano Biden

Mercati, l’impatto di Biden sugli emergenti

Banche centrali come Jeremy Camp in “Cosa mi lasci di te”

NEWSLETTER
Iscriviti
X