Proposta Fmi: tassa globale sui più ricchi per sostenere la ripresa

A
A
A
Avatar di Redazione 8 Aprile 2021 | 09:43

Tassare i ricchi per aiutare la ripresa. Questa, in sintesi la proposta shock del Fondo Monetario Internazionale. Nel dettaglio, a detta dell’Fmi, i redditi alti e le aziende che hanno guadagnato con la pandemia dovrebbero pagare tasse maggiori in segno di solidarietà nei confronti di coloro che sono stati più colpiti dalla crisi sanitaria, per ridurre le disuguaglianze e rilanciare così un’economia più forte e inclusiva.

Certo, tengono a specificare dall’Fmi, si tratterebbe di un’imposta solo “temporanea” sui redditi alti e sul patrimonio, ma che aiuterebbe ad “accumulare le risorse necessarie per migliorare l’accesso ai servizi di base e rafforzare le reti di sicurezza sociale”. La tempistica dovrà essere la più rapida possibile, tanto che nel suo ultimo Fiscal Monitor, l’Fmi ha invitato i Paesi anche a procedere con una rapida riforma del sistema di imposizione fiscale sia a livello nazionale sia a livello internazionale.

In questo quadro l’istituto di Washington ha inoltre ribadito il proprio sostegno alla proposta statunitense al G20 di una “minimum tax” globale sulle multinazionali per evitare una “corsa al ribasso” e che la concorrenza fra i Paesi si giochi solo sul fronte delle tasse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Wall Street: volumi in calo ma nuovi top in vista in scia all’Fmi

L’Fmi spinge per ulteriori investimenti pubblici: il definitivo tramonto dell’austerità fiscale

Fmi: “Coronavirus, Pmi italiane a rischio default”

NEWSLETTER
Iscriviti
X