Raccomandazioni di Borsa: i Buy degli analisti da Anima a Saras

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 13 Aprile 2021 | 11:00

Bestinver assegna un buy a:

Gibus con prezzo obiettivo di 15-16 euro in scia a un virtual roadshow della società, Leonardo con target price di 7-8 euro (il 90% dei contratti relativi al 2020 sono stati confermati nel primo trimestre a detta del management), Piaggio con fair value di 3,60-3,80 euro (le vendite del gruppo in India sono cresciute a marzo del 15% rispetto allo stesso periodo del 2020) e Saras con obiettivo di 1,20-1,30 euro in scia all’andamento del benchmark relativo al margine di raffinazione.

Intesa SanPaolo giudica buy:

Anima Holding con target di 5,10 euro (ha avviato un processo per l’emissione e il collocamento presso investitori qualificati di un prestito obbligazionario non convertibile senior unsecured di importo fino a 300 mln di euro), Cnh Industrial con obiettivo di 14,70 euro (accordo preliminare con Plus per produrre camion a guida autonoma), Credem con fair value di 6,40 euro (300 nuovi reclutamento in programma quest’anno), Inwit con target di 12,60 euro (emesso un nuovo bond da 500 mln di euro), Iren con obiettivo di 3,50 euro (il Comune di Torino ha acquistato un corrispettivo del 2,5% del capitale del gruppo), MailUp con fair value di 6,70 euro in scia ai dati preliminari sulle vendite nel primo trimestre di quest’anno e Piaggio con target di 4 euro.

Giudizio add inoltre per Generali con obiettivo di 17 euro (possibile M&A in malesia e in Russia), Sicit con fair value di 17,20 euro in scia ai risultati preliminari del primo quarter e Salcef con target di 14,50 euro (la sussidiaria SRT Railway Technology ha raddoppiato la capacità produttiva).

Banca Akros assegna un buy a:

Anima con obiettivo di 5 euro, Cnh Industrial con target di 15 euro, Iren con fair value di 2,70 euro e Salcef con obiettivo di 15 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Creval con target di 13 euro, DiaSorin con obiettivo di 197 euro, alzato dai precedenti 184 euro in scia all’acquisizione di Luminex, Inwit con fair value di 11,30 euro e Nexi con target di 17,60 euro (nuovo bond per rifinanziare Nets e Sia).

Mediobanca giudica outperform:

Acea con fair value di 23,50 euro in scia all’entrata nel business delle ricariche per la mobilità elettrica, Anima con obiettivo di 4,80 euro, Cnh Industrial con target di 14,30 euro, Danieli con obiettivo di 22,70 euro (presentata una proposta per la conversione dell’Ilva), Digital Value con fair value di 56 euro (Ettore Spigno nominato nuovo Chief Technology Innovation Officer), Esprinet con target di 12 euro (a maggio il nuovo piano industriale triennale), Inwit con obiettivo di 13,60 euro, Iren con fair value di 3 euro, Italgas con target di 6,50 euro (in vista dei risultati dell’asta sul gas Napoli 1), Philogen con obiettivo di 23,20 euro (in vita della partecipazione alla conferenza World Congress of Melanoma), Piaggio con fair value di 3,60 euro, Recordati con target di 50,50 euro (merger di Fimei e Rossini Investimenti), Salcef con obiettivo di 13,70 euro, Sicit con fair value di 14,50 euro e Unieuro con fair value di 17,20 euro (Iliad potrebbe aumentare la propria quota).

Equita valuta buy:

Cerved con prezzo obiettivo di 9,20 euro (il CdA ha approvato la richiesta di Mutui OnLine di integrare l’ordine del giorno dell’assemblea del 27 aprile con l’aggiunta di un punto relativo alla distribuzione agli azionisti di un dividendo per azione di 0,5 euro), Cnh Industrial con target price di 15 euro (ancora rumor sulla potenziale golden power per la cessione di Iveco), Danieli con fair value di 23,70 euro (l’obiettivo della società è incrementare la quota di mercato focalizzandosi sull’offerta di soluzioni green e nella robotizzazione degli impianti siderurgici 4.0), De’ Longhi con obiettivo di 39,60 euro (nel prossimo triennio il gruppo  investirà 100 mln di euro di capex addizionali per aumentare la capacità produttiva), EssilorLuxottica con target di 150 euro dopo l’ok dell’antitrust cileno per il deal GrandVision, Garofalo Health Care con fair value di 6,40 euro (annunciato il closing dell’acquisizione della Clinica San Francesco di Verona), Leonardo con target di 8,80 euro (indiscrezioni su problemi con commessa per gli elicotteri in Turchia dopo l’incidente diplomatico tra Draghi ed Erdogan) e Telecom Italia con fair value di 0,55 euro (Olivetti, negli obiettivi di TIM, deve diventare l’abilitatore di servizi IoT chiavi in mano sviluppati su diversi verticali attraverso una piattaforma aperta a terzi ha dichiarato in una intervista alla stampa l’ad di Olivetti Roberto Tondo).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Ascopiave a Stellantis

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da A2a a Wiit

Azioni Star, Neodecortech: fatturato in crescita e debito in discesa

NEWSLETTER
Iscriviti
X