Goodman, alla conquista dell'Est

A
A
A
di Marcella Persola 6 Giugno 2008 | 12:47
Punta sull’Europa e in particolare sulle nuove regine dell’est il gruppo immobiliare Goodman. Forte di un portafoglio di 21,3 miliardi in gestione e 650 immobili e sotto la guida della divisione ungherese il gruppo immobiliare australiano ha annunciato di essere molto interessato allo sviluppo di un’offerta integrata di servizi in tale area. Perché in queste regioni le opportunità di certo non mancano.

Goodman sempre più attiva nell’Europa dell’Est. Il gruppo immobiliare ha deciso di continuare il processo di espansione della sua attività nell’Europa Centro-Orientale, sotto la guida della divisione ungherese.

A Budapest il gruppo immobiliare sta già sviluppando un magazzino di 22 mila metri quadri a Gyal, uno dei fulcri logistici nell’area di Budapest. Prima che questo lavoro giunga al termine, si ipotizza il primo trimestre del 2009, si pensa già al prossimo progetto.

In particolare il nuovo piano di espansione prevede lo sviluppo di magazzini di elevata qualità non soltanto in Ungheria, ma anche nella Repubblica Ceca, in Romania e in Slovacchia, così come conferma [p]Zsombor Torok[/p], country manager di Goodman. “I player internazionali del settore logistico e i produttori continuano a trasferire le strutture logistiche e produttive nell’Europa centrale ed orientale”.

L’intento del Gruppo è quello di replicare il successo già ottenuto in passato con la creazione di spazi logistici per le più importanti società attive nel segmento da Hopi a Bertrans, fino a Hellmann PKZ e Bax Global. A sostenere il progetto di Goodman anche le condizioni del mercato immobiliare dell’Europa centro-Orientale, caratterizzato da una forte crescita economica, aumento dei consumi, e forte domanda di spazi di elevata qualità per lo stoccaggio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Goodman si affida a Cervoni

NEWSLETTER
Iscriviti
X