Mercati, “sell in may and go away”: arriva la stagione di magra in Borsa

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 3 Maggio 2021 | 10:05

Sell in may and go away“, o per dirla all’italiana “a maggio ven di con coraggio”. Il noto adagio borsistico ha una comprovanta valenza statistica e si basa sull’osservazione che i migliori sei mesi per il mercato azionario in termini di performance dei listini sono storicamente da novembre ad aprile.

Il grafico sottostante elaborato dagli analisti di Chart of The Day mostra nel dettaglio l’andamento delle performance dell’indice S&P 500 durante i mesi da novembre ad aprile (linea arancione) e il trend dell’S&P 500 durante i mesi da maggio a ottobre (linea blu). E il differenziale di perormance, come è possibile osservare, è degna di nota.

Unica nota positiva, il mercato azionario ha (occasionalmente) registrato un rally durante il periodo più debole da maggio a ottobre (specialmente durante i mercati rialzisti).

Ma quanto avrebbe guadagnato nel dettaglio un investitore investendo durante i mesi da novembre ad aprile puntando sull’S&P 500? Per i mesi da novembre ad aprile dal 1950 a ora, un dollaro investito sarebbe cresciuto fino a 103 dollari (senza contare i dividendi, le commissioni, l’inflazione o le tasse). mentre da maggio a ottobre dello stesso periodo, un dollaro sarebbe cresciuto fino a 2,38 (senza contare i dividendi, le commissioni, l’inflazione o le tasse).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati di fronte a un bivio

Borse internazionali: lo scenario tecnico di Alessandro Aldrovandi

Inflazione e Tesla risvegliano l’Orso

NEWSLETTER
Iscriviti
X