Bancari fuori, petroliferi dentro

A
A
A
di Redazione 10 Giugno 2008 | 08:49
Petrolio, inflazione, recessione, subprime. Questi sono alcuni dei componenti di un cocktail mortale che da 12 mesi deprime mercati e investitori. Se i banchieri centrali non riusciranno a trovare una soluzione alle spinte inflazionistiche (sostenute in primis dal petrolio) questa estate rischia di essere ancora più calda e torrida del previsto.
La seduta di ieri ha visto penalizzati, ancora una volta, i titoli finanziari, il BlueIndex ha chiuso con un perdita del -2,12%, con quasi tutti i 40 titoli con performance negative, anche forti, come l’americana JP Morgan, che ha perso a Wall Street il -6,43%.

Il mercato si sta comportando come in previsione di un inizio recessione, le strategie portano ad un picking di tipo long sui titoli petroliferi ed energetici, con la vendita, nel contempo, dei titoli finanziari e dei trasporti.

Questo comportamento è causato da tre fattori, per primo la BCE che ha annunciato un possibile aumento dei tassi nel mese di luglio, notizie dal mercato che fanno pensare ad un ulteriore crisi dovuto alle svalutazioni patrimoniali causati da subprime, come dimostra il caso Lehman Brothers, che ha annunciato l’aumento di capitale, con lo scopo di coprire le perdite nel secondo trimestre, stimate in 3 miliardi di euro.

Ultima causa del crollo dei finanziari è il greggio, che da venerdì ha visto il prezzo del barile portarsi ai massimi storici, spinto da venti di guerra tra Israele e l’Iran.

Il mercato, visto la situazione mondiale sta probabilmente chiudendo le posizioni sui bancari, visti oggi come strumenti da trading intraday piuttosto che da tenere a portfolio sul medio lungo periodo.

Tra i titoli peggiori oggi Fortis, che chiude con un -4,20%, Azimut -5,18%, mentre Credit Agricole raccoglie a fine giornata un 1,08%, dovuto forse a prese di beneficio, dopo le ultime sedute che avevano portato il titolo ai minimi storici

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 114,12 EUR +0,02%
American Express Nyse 44,11 USD -1,20%
Anima Borsa Italiana 1,795 EUR -3,29%
Axa Euronext 20,815 USD -0,59%
Azimut Borsa Italiana 5,985 EUR -5,18%
Banca Generali Borsa Italiana 5,185 EUR -1,52%
Bank of NY Mellon Nyse 41,08 USD -0,17%
Barclays Lse 25,23 USD -4,54%
BlackRock Nyse 213,9 USD +0,18%
BNP BNP 60,04 EUR -0,95%
Citigroup Inc Nyse 19,6 USD -2,29%
Credit Agricole Euronext 14,01 EUR +1,08%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 49,74 CHF -1,89%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 62,34 EUR -2,91%
Dexia Euronext 13,67 EUR -2,84%
Fortis Euronext 14,37 EUR -4,2%
FT Inv. Nyse 99,67 USD +0,04%
Goldman Sachs Nyse 165,76 USD -2,17%
Henderson Lse 120,75 GBp -0,41%
HSBC Investments Lse 831,5 GBp -0,83%
ING Euronext 22,885 EUR -0,80%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,9 EUR -0,46%
Invesco Nyse 26,95 USD -1,35%
Janus Capital Group Nyse 28,9 USD -0,75%
Jp Morgan Nyse 37,51 USD -6,43%
Julius Baer Swiss Market Exchange 75,2 CHF -1,57%
Legg Mason Nyse 51,87 USD -1,98%
Man Group Lse 621 GBp +1,63%
Mediobanca Borsa Italiana 11,09 EUR -3,4%
Mediolanum Borsa Italiana 3,235 EUR -2,47%
Morgan Stanley Nyse 39,39 USD -3,48%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,837 EUR -0,92%
Natixis Euronext 8,9 EUR -1,87%
Nordea bank Omxnordicexchange 90,7 SEK -2,89%
Raiffeisen Wiener Borse 88,43 EUR -1,06%
Schroders Lse 997,5 GBp -1,43%
Skandia (Old Mutual) Lse 112,2 GBp -0,26%
State Street Nyse 66,95 USD -1,57%
Ubs Swiss Market Exchange 23,82 CHF -3,25%
Unicredit Borsa Italiana 4,115 EUR -1,03%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Invesco si prende le materie prime

Top 10 Bluerating: BlackRock sempre in cima alle materie prime

Top 10 Bluerating: BlackRock domina le materie prime

NEWSLETTER
Iscriviti
X