Fondi di fondi nel futuro di Beni Stabili

A
A
A
di Marcella Persola 13 Giugno 2008 | 11:15
Secondo Terenzio Cugia di Sant’Orsola i fondi che si concentrano su particolari settori specialistici di “nicchia” potranno dare un maggior valore aggiunto e potenziale di crescita.Per questo motivo, Beni Stabili Gestioni SGR sta strutturando prevalentemente prodotti riservati ad investitori qualificati.

Buoni risultati per i fondi immobiliari secondo l’opinione di Beni Stabili Gestioni SGR. «A differenza di quanto osservato negli altri comparti del settore immobiliare, i risultati ottenuti dal segmento dei fondi negli ultimi mesi sono stati buoni, in termini di patrimonio, attività, raccolta, ai quali si aggiungono l’ingresso di nuove SGR ed il collocamento di nuovi prodotti» spiega Terenzio Cugia di Sant’Orsola.

«Allo stesso tempo abbiamo potuto osservare una maggior selettività sia da parte degli investitori istituzionali sia da parte degli istituti di credito. Ritengo in ogni caso che, nonostante questa crescente selettività, il rapporto di fiducia che abbiamo instaurato con i nostri investitori e con le banche finanziatrici, rappresenti un vantaggio competitivo importante per la strutturazione ed il collocamento di nuovi fondi» continua l’a.d. della società.

E infatti «la nostra SGR è in forte espansione e stiamo lavorando al lancio di diversi fondi, di varia tipologia. In particolare ritengo che i fondi che si concentrano su particolari settori specialistici di “nicchia” possano dare un maggior valore aggiunto e potenziale di crescita, richiesto dai nostri investitori. Attualmente stiamo strutturando prevalentemente prodotti riservati ad investitori qualificati, inclusi fondi speculativi, concentrandoci sui fondi a sviluppo (residenziale, resorts, riqualificazioni urbane)» continua l’a.d.

Ma l’attenzione si volge anche altrove. «Per i prossimi mesi continueremo con questa strategia, guardando con attenzione anche i fondi di fondi, ora possibili grazie alle innovazioni introdotte di recente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze» conclude Cugio di Sant’Orsola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X