Petrolio in calo, borse invariate

A
A
A
di Redazione 20 Giugno 2008 | 07:11
Ieri sera Wall Street ha chiuso con un rialzo dello 0,38% per l’indice S&P 500 e dell’1,33% per il Nasdaq Composite. A dare il sostegno ai mercati la discesa del prezzo del petrolio a 132 dollari al barile che ha dato slancio ai settori della distribuzione e del trasporto. Molto positivo il comparto tecnologico con l’indice dei semiconduttori di Philadelphia in crescita del 2,6%.


La settimana si chiude invece male per la borsa nipponica con l’indice Nikkei 225 in ribasso del 1,33%.

In avvio di seduta le borse europee si mostrano moderatamente positive (Eurostoxx 50 +0,1%) con l’eccezione del future sul S&P Mib in discesa dello 0,25%.


Sui mercati valutari, dollaro USA poco variato contro Euro a 1,5525 e Yen stabile a 167,50.


Mercati obbligazionari europei che, dopo la chiusura sui minimi di ieri, provano a rimbalzare in avvio di seduta con il bund che prova a ritestare area 110.


In mattinata sono già usciti i dati sui prezzi alla produzione in Germania, lievemente superiori alle attese. Nel complesso i mercati si trovano comunque sulla scia di buone notizie sul fronte dei prezzi delle materie prime. L’aumento di circa 1000 Yuan la tonnellata del prezzo della benzina in Cina ha infatti fatto stornare il prezzo del petrolio mentre  sul fronte alimentare è positiva la notizia che il Vietman ha deciso di aumentare le sue esportazioni di riso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti