FED e Citigroup smorzano l’Europa

A
A
A
di Redazione 20 Giugno 2008 | 07:50
La giornata di giovedì 19 è stata segnata dai risultati negativi dell’americana Citigroup e dell’indice dell’attività manifatturiera dell’area di Philadelphia, che ha spinto Wall Street alle vendite, smorzando quella che poteva essere la giornata del rimbalzo dei mercati europei.

Il BlueIndex, indice rappresentativo delle società che operano nel risparmio gestito, ha chiuso la giornata invariato, perdendo il -0,08%, tuttavia i titoli del settore finanziario sono stati penalizzati dai risultati macro delle FED, che ha comunicato i dati di giugno dell’attivita’ manifatturiera dell’area Philadelphia, l’indice che e’ sceso a -17,1 punti dai -15,6 di maggio.

Il mercato americano però pur con dati macro sotto le stime è riuscita a chiudere leggermente positiva con il Dow Jones che ha guadagnato il +0,28%. I mercati europei invece, dopo la giornata di ieri, non sono riusciti rimbalzare dalla seduta di ieri, penalizzati per l’appunto dai dati macro provenienti da Philadelphia. Chiudendo cosi la giornata con negativa, con l’EuroStoxx 50 che ha perso il -0,61%.

Un’altra notizia interessante è arrivata in serata dall’americana e riguarda Citigroup, che attraverso il suo financial manager ha annunciato la possibilità di ulteriori svalutazioni del gruppo per le esposizioni ai mutui subprime e ai prestiti di leverage buyout. Il direttore finanziario di Citigroup ha quindi fatto capire che ci potranno essere imminenti perdite, oltre alle passate svalutazioni del primo trimestre, che sono ammontate a circa 5 miliardi di dollari.

Tra i titoli in evidenza ci sono Dexia, che perde oltre il -6%, UBS che a Zurigo cede il -3,7% e in controtendenza l’italiana Mediobanca che a piazza affari guadagna il 3,78%.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 117,89 EUR +0,99%
American Express Nyse 42,63 USD +0,49%
Anima Borsa Italiana 1,774 EUR +2,13%
Axa Euronext 20,98 USD -0,23%
Azimut Borsa Italiana 5,96 EUR +0,22%
Banca Generali Borsa Italiana 5,21 EUR +1,66%
Bank of NY Mellon Nyse 40,74 USD +1,41%
Barclays Lse 25,57 USD -0,50%
BlackRock Nyse 206,03 USD +0,52%
BNP BNP 60,265 EUR -2,39%
Citigroup Inc Nyse 20,17 USD -1,12%
Credit Agricole Euronext 13,18 EUR -0,97%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 48,6 CHF -1,9%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 60,6 EUR -0,99%
Dexia Euronext 12,38 EUR -6,14%
Fortis Euronext 12,84 EUR -2,43%
FT Inv. Nyse 104,04 USD +1,23%
Goldman Sachs Nyse 186,93 USD +2,27%
Henderson Lse 114,5 GBp -3,37%
HSBC Investments Lse 804 GBp -1,35%
ING Euronext 21,95 EUR -2,09%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,6875 EUR -1,14%
Invesco Nyse 26,42 USD +1,53%
Janus Capital Group Nyse 30,65 USD +0,06%
Jp Morgan Nyse 38,65 USD -0,23%
Julius Baer Swiss Market Exchange 76 CHF +2,43%
Legg Mason Nyse 51,4 USD -1,90%
Man Group Lse 618 GBp +0,98%
Mediobanca Borsa Italiana 10,84 EUR +3,78%
Mediolanum Borsa Italiana 2,99 EUR -2,35%
Morgan Stanley Nyse 40,19 USD -1,22%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,76 EUR -0,79%
Natixis Euronext 8,27 EUR -3,83%
Nordea bank Omxnordicexchange 88,5 SEK -1,33%
Raiffeisen Wiener Borse 88,12 EUR -2,36%
Schroders Lse 932,5 GBp -1,79%
Skandia (Old Mutual) Lse 105,2 GBp -2,50%
State Street Nyse 68,54 USD +2,94%
Ubs Swiss Market Exchange 23,86 CHF -3,71%
Unicredit Borsa Italiana 4,0175 EUR -0,43%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X