Finanziari, palla al piede della ripresa

A
A
A
di Redazione 24 Giugno 2008 | 08:30
La chiusura dei mercati del 23 giugno ha lasciato i maggiori indici di borsa invariati, in Europa l’EuroStoxx chiude a +0,02%, identica situazione oltre oceano, dove Wall Street con l’S&P 500 registra un +0,01%. Risultati che farebbero pensare ad una monotona giornata di borsa, ma che nella realtà cosi non è stato. I titoli finanziari hanno pesato negativamente sui listini, annullando di fatto le buone performance dei settori industriali ed energetici. Dato questo che spinge gli investitori a considerare il comparto finanza come una palla al piede della probabile ripresa.

L’indice del risparmio gestito, il BlueIndex, ha chiuso la seduta perdendo il -1,16%, confermando il cattivo momento dei finanziari, che sempre più sembrano navigare in cattive acque.

La giornata ha registrato ancora vendite sui titoli finanziari, spinte dai giudizi degli analisti della Bank of America che ha ridotto le stime sui risultati del secondo quarter sia per l’americana Merrill Lynch che per la svizzera UBS, -4,42%, a causa di possibili nuove svalutazioni causate dall’esposizione sui Subprime.

Inoltre secondo la stampa americana sarebbero in arrivo possibili tagli del personale da parte del colosso bancario Citigroup, che dovrebbe ridurre la propria forza lavoro del 10%. Identiche voci riguardano Goldman Sachs, -2,81%, che dovrebbe tagliare del 10% i posti di lavoro nell’area investment banking.

La situazione che si è creata sui mercati vede tre differenti aree di interesse: un primo box, costituito dai titoli legati al petrolio,  che sono acquistati dagli investitori in quanto ritenuti attrattivi,  causa il continuo incremento del prezzo del [a]petrolio[/a], che ieri ha chiuso a 135,91 dollari al barile. Seconda area sono i titoli dell’industria, che registrano un aumento dell’interesse da parte degli investitori i quali ritengono particolarmente growth gli automobilistici americani.

Terza ed ultima area è quella finanziaria che, a discapito dell’energetico e dell’industria, segna continue vendite, causate dalle notizie negative e dalle trimestrali in perdita che giornalmente arrivano sui mercati. Il contesto che si è creato vede quindi il settore finanziario d’intralcio a quella che da alcuni è vista come una leggera espansione dell’economia.

A conferma di questo sentiment è il commento del equity strategist di Miller Tabak, [p]Peter Boockvar[/p] , che da la colpa ai finanziari per l’andamento negativo dei listini, precisando inoltre che per potersi riprendere dall’attuale situazione l’unico modo è stabilizzare la situazione del comparto finanza.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 116,1 EUR -0,33%
American Express Nyse 40,88 USD -0,72%
Anima Borsa Italiana 1,727 EUR -2,76%
Axa Euronext 20,12 USD -2,40%
Azimut Borsa Italiana 5,69 EUR -2,05%
Banca Generali Borsa Italiana 5,1 EUR -2,3%
Bank of NY Mellon Nyse 40,1 USD -1,06%
Barclays Lse 23,72 USD -2,22%
BlackRock Nyse 199,56 USD +1,29%
BNP BNP 58,735 EUR -0,96%
Citigroup Inc Nyse 18,55 USD -3,88%
Credit Agricole Euronext 12,78 EUR -4,48%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 47,18 CHF -0,63%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 57,9 EUR -0,70%
Dexia Euronext 11,35 EUR -5,33%
Fortis Euronext 11,88 EUR -2,54%
FT Inv. Nyse 99,56 USD -0,85%
Goldman Sachs Nyse 178,59 USD -2,81%
Henderson Lse 110,5 GBp -1,55%
HSBC Investments Lse 803 GBp +0,65%
ING Euronext 21,135 EUR -1,44%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,595 EUR -0,91%
Invesco Nyse 25,99 USD -0,11%
Janus Capital Group Nyse 29,56 USD -1,07%
Jp Morgan Nyse 36,87 USD -2,61%
Julius Baer Swiss Market Exchange 73,8 CHF -1,99%
Legg Mason Nyse 48,54 USD -4,16%
Man Group Lse 612 GBp -1,29%
Mediobanca Borsa Italiana 10,64 EUR -0,29%
Mediolanum Borsa Italiana 2,8025 EUR -2,11%
Morgan Stanley Nyse 37,46 USD -3,15%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,674 EUR -2,28%
Natixis Euronext 7,92 EUR -2,82%
Nordea bank Omxnordicexchange 85,6 SEK -3,27%
Raiffeisen Wiener Borse 85,27 EUR +0,43%
Schroders Lse 934 GBp -0,69%
Skandia (Old Mutual) Lse 100,1 GBp -3,56%
State Street Nyse 66,53 USD -1,78%
Ubs Swiss Market Exchange 22,06 CHF -4,42%
Unicredit Borsa Italiana 4,035 EUR +0,55%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X