Inflazione-S&P 500: quella correlazione da tener d’occhio

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 17 Maggio 2021 | 09:39

Negli ultimi mesi, è un dato di fatto, l’inflazione è aumentata. Gli investitori sono preoccupati. Ma in che modo l’inflazione influisce sui rendimenti futuri del mercato azionario? Per rispondere, dal punto di vista statistico, gli analisti di Chart of The Day, hanno elaborato un grafico che mette a confronto sei intervalli di tassi di inflazione rispetto alla performance media dell’indice S&P 500 a 12 mesi.

Risultato: Wall Street ha registrato risultati migliori a seguito di un tasso di inflazione relativamente basso. Il grafico sottostante mostra poi che è necessario un aumento abbastanza evidente dell’inflazione per avere un impatto significativo sui rendimenti futuri del mercato azionario. 

Qual è stato il tasso di inflazione statunitense più basso nella storia? Dal 1948 a oggi si è verificato nell’agosto 1949 e si è attestato a un -3%. Qual è stato il più alto tasso di inflazione negli Stati Uniti nella storia? Il più alto tasso di inflazione negli Stati Uniti dal 1948 si è verificato a marzo e aprile 1980 con un tasso del 14,6%. Qual è il tasso di inflazione nel 2021? L’inflazione nel 2021 arriverà intorno al 2,6%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Atlantia a Terna

Fineco, il dream team conquista anche la Borsa

Azioni Star: per Esprinet il 2021 scatta con il turbo. L’analisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X