Utility, le rinnovabili su cui puntare in vista della cross border tax UE sull’energia

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 25 Maggio 2021 | 09:09

I ministri dell’UE hanno dato il via ai lavori per il nuovo pacchetto sulla tassazione dei prodotti ad alta intensità di carbonio importati in Europa. Si tratta di uno degli step fondamentali per evitare la perdita di competitività dei prodotti europei come conseguenza degli obiettivi climatici ambiziosi e del recente aumento dei prezzi della CO2.

“L’introduzione della cross-border tax è un elemento positivo per il settore,
così come l’eventuale introduzione di green tax sull’energia ad alto
contenuto CO2 in ottica di favorire la domanda di prodotti rinnovabili e la sigla
di contratti PPA a stabilizzazione del prezzo rispetto alla volatilità della CO2″, commentano gli analisti di Equita, che indicano poi tra i player più esposti a questo scenario Erg, Alerion Green Power, Falck Renewables ed Enel come produttori dirinnovabili.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X