Investimenti: Goldman Sachs cambia idea sulle criptovalute

A
A
A
di Redazione 25 Maggio 2021 | 14:05

Goldman Sachs ora considera le criptovalute come una nuova asset class. In un report la banca d’affari americana ha raccolto diversi pareri da società legate alle criptovalute, come ad esempio Galaxy Digital, Global FX e Chainlaysis, ma anche a noti critici come l’economista Nouriel Roubini. E, come segnalto da Cryptonomist.ch, cambia idee sulle valute virtuali, visto che esattamente un anno fa ne pubblicò un altro in cui invece disse esplicitamente che non erano un asset class.

Goldman Sachs cambia idea verso le crypto

Nel report i ricercatori della banca affermano di aver notato che molte grandi criptovalute sono uniche nel loro genere, ed occupano una nicchia specifica sul mercato. Ad esempio, Bitcoin è una valuta ad alta capitalizzazione, XRP è un sistema di settlement in tempo reale, Ethereum è una piattaforma di smart contract, Binance Coin è un token per applicazioni pratiche e Polkadot è una piattaforma blockchain che può interagire con altre reti.

Queste caratteristiche intrinseche di ciascuna criptovalute le consentono di attrarre una base di utenti specifica, e così ad esempio il valore di bitcoin si costruisce attorno al suo utilizzo ed alla sua distribuzione, tanto che, stando ai pareri raccolti, risulterebbe che massicci afflussi di capitale istituzionale abbiano confermato negli ultimi tempi l’attrattività di questa criptovaluta e l’alto grado di sviluppo raggiunto dal suo mercato. Inoltre l’emissione limitata di Bitcoin potrebbe essere un modo per proteggersi dall’inflazione e dalla svalutazione della valuta fait, mentre durante la pandemia del 2020 le criptovalute hanno recuperato più velocemente i livelli di prezzo precedenti, sovraperformando altre classi di attività.

Ovviamente i pareri dei critici, come Nouriel Roubini, sono diametralmente opposti, ma gli analisti di Goldman Sachs hanno anche realizzato un grafico che mostra come Bitcoin nella sua storia sia sempre rimbalzato verso nuovi massimi, a prescindere da quanto profondi siano stati i cali del suo prezzo nel corso del tempo.

In effetti da quando crollarono i mercati finanziari globali nel marzo dell’anno scorso, le criptovalute nel corso del tempo sono riuscite non solo a sopravvivere, ma anche a crescere parecchio, mostrando chiaramente resilienza. Inoltre ormai le principali criptovalute stanno realmente dimostrando di avere utilizzi reali, seppur differenti tra di loro, tanto che il loro utilizzo ormai non è dovuto solo a speculazione finanziaria.

Infine va ricordato che non è solo Goldman Sachs ad aver cambiato idea negli ultimi tempi riguardo le criptovalute, anche perchè il business che ci gira attorno si sta facendo sempre più interessante.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, ciò che fa bene e ciò che fa male al portafoglio da inizio anno

Etf: raccolta sempre elevata, soprattutto sugli azionari

Investimenti, ecco l’asset class che ha vinto la scommessa del 2021

NEWSLETTER
Iscriviti
X