Criptovalute, arriva Coinbase Prime per gli istituzionali

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 27 Maggio 2021 | 13:01

Ora si fa davvero sul serio. Coinbase (quotato al Nasdaq e tra i più noti noto exchange di criptovalute) lancia Coinbase Prime, una piattaforma che sarà separata dall’exchange “standard” e dedicata ai clienti istituzionali, per fare trading e brokeraggio sulle criptovalute. A darne notizia , come riportato su Cryptonomist.ch, è Greg Tusar, vice presidente di Coinbase Institutional, che si occupa proprio di offrire servizi ai clienti istituzionali.

Prime si va ad aggiungere ad altri servizi già offerti da Coinbase a questa utenza, quali Coinbase Custody che vanta 100 assets in 15 blockchain differenti. Del resto, si tratta di 8mila clienti ai quali Coinbase gestisce 122 miliardi di dollari di asset.

Prime al momento è in versione beta e fornisce a istituzioni finanziarie, investitori istituzionali o aziende, quanto necessario per entrare nello spazio crypto: dalle analisi dei dati ai tool avanzati di trading oltre a servizi esclusivi per loro, quali:

  • Trasferimenti senza soluzione di continuità tra il cold storage segregato e il bilancio della piattaforma;
  • Accesso a più di 10 piattaforme per una profonda liquidità;
  • L’instradamento intelligente degli ordini che indirizza automaticamente ogni ordine alla sede con i migliori prezzi all-in;
  • Algoritmi avanzati progettati per minimizzare l’impatto sul mercato e lo slippage;
  • Rapporti dettagliati sull’analisi dei costi di negoziazione che forniscono trasparenza su come esattamente è stata eseguita la negoziazione;
  • Ruoli utente migliorati, permessi e sub-account;
  • Funzionalità native delle criptovalute come palificazione e governance;
  • Supporto concierge dal nostro di copertura, gestione dell’account e trading.

Perché Coinbase Prime

Coinbase Prime nasce dall’esigenza di Coinbase di soddisfare anche l’utenza più esigente, destinata a trader avanzati. Del resto Coinbase è stata scelta da Microstrategy e Tesla per i rispettivi investimenti in Bitcoin.

Spiega a tal proposito Greg Tusar: “L’accettazione istituzionale delle crypto è cresciuta ad un ritmo vertiginoso. Come abbiamo visto solo negli ultimi sei mesi, i principali investitori stanno attivamente allocando una parte dei loro portafogli nelle crypto o le stanno seriamente esplorando. Allo stesso tempo, stiamo vedendo un enorme interesse da parte delle aziende che stanno cercando di diversificare i loro bilanci con le criptovalute, tra cui MicroStrategy e Meitu”.

Coinbase Prime vuole essere la loro piattaforma: “Coinbase ha ripensato la nostra offerta Prime sulla base del feedback di centinaia di clienti per portare sul mercato la prima offerta di prodotti integrati. Stiamo portando trading, algos, smart order routing, insieme a una delle offerte di custodia più forti del settore – costruendo la nostra suite di prodotti istituzionali per fornire alle istituzioni la soluzione più semplice, intuitiva e affidabile per gestire le attività crypto. Abbiamo investito in molteplici acquisizioni negli ultimi tre anni, segnalando il nostro impegno nello spazio istituzionale (skew, Tagomi e Xapo) e il nostro desiderio di portare sul mercato una soluzione completamente integrata. I trader avanzati hanno bisogno di strumenti più complessi, funzioni di trading e reportistica: siamo orgogliosi di portare loro questo e molto altro con il lancio di Coinbase Prime.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, criptovalute: a Coinbase la prima licenza in Europa per trading e custodia

Mercati, Coinbase: Goldman Sachs prevede un rialzo del 35%

Certificati, da Vontobel un Memory Cash Collect sui settori del futuro

NEWSLETTER
Iscriviti
X