Azioni Aim, eVISO: crescita sostenuta da nuovi mercati. L’analisi

A
A
A
di Redazione 28 Maggio 2021 | 09:19

I risultati di eViso del primo semestre (31 dicembre 2020) registrano, nonostante la pandemia, una crescita della top line a 30,8 milioni (+16%) sostenuta dal canale Resellers. Tuttavia, la minore redditività di quest’ultimo e l’aumento dei costi operativi limano la marginalità al 3,7% (4% a fine dicembre 2019). L’utile netto segna un lieve calo a 0,2 milioni (0,3 milioni) risentendo della minusvalenza (0,2 milioni) connessa alla vendita di Revoluce e di un più elevato tax rate. L’approdo all’AIM dello scorso 30 dicembre, ha permesso l’ulteriore rafforzamento della struttura patrimoniale portando la liquidità netta a 6,9 milioni (4 mila euro nel giugno 2020), grazie agli 8 milioni rivenienti dalla quotazione. Positive le aspettative per l’intero esercizio, anche in virtù dei nuovi contratti stipulati nei primi cinque mesi con i Resellers, per un fatturato stimato pari a 26,9 milioni. Ecco di seguito l’analisi fondamentale su eViso elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Modello di Business
        2. Ultimi Avvenimenti
        3. Conto Economico
        4. Breakdown Ricavi
        5. Stato Patrimoniale
        6. Ratio
        7. Strategia
        8. Outlook
        9. Borsa

Modello di Business

eVISO è proprietaria di una piattaforma di intelligenza artificiale che crea valore nel mercato delle commodities fisiche con consegna reale, caratterizzate da una data di consegna certa ed inderogabile.

La società è oggi specializzata nella fornitura di energia elettrica per la piccola e media impresa, aziende agricole, negozi e ristoranti in Bassa Tensione e Media Tensione. La copertura per la fornitura di elettricità è attiva in tutte le Regioni d’Italia. All’interno delle attività di acquisto e vendita delle commodities si aggiunge il tassello dei servizi AI. In quest’ottica, eVISO ha sviluppato internamente e messo a disposizione di tutti gli operatori del settore un motore di intelligenza artificiale in grado di esplicitare e quantificare i costi operativi nidificati e supportare il controllo di gestione aziendale.

Ultimi Avvenimenti

Notizia degli ultimi giorni è il deployment della piattaforma digitale CORTEX, che permetterà a eVISO di scalare la “capacità” di gestione delle pratiche accessorie sul mercato elettrico dalle attuali 500 al mese ad oltre 5.000 al mese. La piattaforma eVISO, infatti, scala la propria capacità produttiva di servizi ai RESELLERS con il rilascio del portale CORTEX, piattaforma dati accessibile sia machine to machine (API) sia via web, che consente all’operatore RESELLERS, in modalità self-service, di modificare e ricostruire in tempo reale l’evoluzione delle condizioni tecniche e legali di ogni singolo punto di fornitura.

Sempre in maggio, Cerved Rating Agency ha aggiornato il rating di Eviso S.p.A. da B1.1 (equivalente a BBB+/BBB di S&P’s e FITCH e Baa1/Baa2 di MOODY’S) a A3.1 (equivalente a A- di S&P’s e FITCH e A3 di MOODY’S), portando il rating di eVISO nella classe A. L’agenzia ha ritenuto di inserire eVISO nella CLASSE DI RATING in area SAFETY in considerazione della continua crescita del portafoglio clienti, dell’attenta gestione del circolante, ma anche del cash flow positivo favorito attraverso l’Ipo.

Il 26 aprile eVISO ha siglato un accordo con Planetel per lo sviluppo e l’efficientamento, nel segno della crescita tecnologica. Da giugno centinaia di punti di consegna di energia (Point Of Delivery, POD) di Planetel, capofila dell’omonimo gruppo che opera nelle telecomunicazioni a livello nazionale, saranno serviti da eVISO. Gianfranco Sorasio, Ceo di eVISO ha commentato “questa sinergia è nata dalla reciproca volontà di collaborare nel nome della tecnologia e della crescita di due realtà imprenditoriali votate all’innovazione e al miglioramento di processi, prodotti e servizi tecnologici”.

Dopo il mercato dell’energia elettrica, con l’apice raggiunto in gennaio 2021 acquisendo la “Digital Supremacy”, a febbraio  la società piemontese ha allargato il raggio d’azione anche al mercato delle mele, con l’obiettivo di creare vantaggi per produttori, venditori e acquirenti. Dal 25 febbraio è infatti operativo l’upgrade della piattaforma proprietaria SmartMele attraverso la quale è possibile visualizzare i prezzi aggiornati e le quantità negoziate a livello nazionale, europeo e americano e verificare la capacità di stock delle mele, nonché i parametri che influenzano il settore, quali temperatura, cambio e mercati di altra frutta. Infine, sono consultabili i volumi di domanda e offerta e i prezzi di acquisto e vendita.

A fine febbraio sono iniziati i lavori della nuova sede a Saluzzo, il cui insediamento è previsto per fine estate 2022. I costi già sostenuti sono pari a circa 1,3 milioni, interamente iscritti tra le immobilizzazioni nel bilancio al 30 giugno 2020, di cui 0,4 milioni a titolo di terreni e a 0,9 milioni come immobilizzazioni in corso a copertura del costo dell’area.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale su eViso di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: Illimity punta a rafforzarsi nel Distressed Credit. L’analisi

Mercati: Pierrel accelera su produzione ed estero in ottica green

Azioni Aim, Compagnia dei Caraibi: una storia di crescita sostenibile

NEWSLETTER
Iscriviti
X