Azioni Aim: Net Insurance proiettata verso i target del piano industriale

A
A
A
di Redazione 1 Giugno 2021 | 10:35

Crescita a doppia cifra dei premi lordi contabilizzati dal gruppo Net Insurance nel 2020 a 117,7 milioni (+39,4%), superando di quasi 5 milioni quanto indicato nel piano industriale. L’utile netto normalizzato si è attestato a 7,6 milioni (6,3 milioni le stime del piano). Un andamento proseguito anche nel primo trimestre 2021, con premi emessi che raggiungono i 29,6 milioni (+18,4%) e raccolta premi complessiva pari a 49 milioni (+13,9%). Risultati che testimoniano la validità e la solidità del business model e consentono al management di confermare le linee guida del piano al 2023, fissate pre-Covid. La Compagnia è ben posizionata per cogliere tutte le opportunità che stanno emergendo in ambito protection e digital. Ecco di seguito l’analisi fondamentale sul titolo di Market Insight.

      1. Modello di business
      2. Ultimi avvenimenti
      3. Conto economico
      4. Breakdown premi lordi contabilizzati
      5. Stato patrimoniale
      6. Ratio
      7. Outlook
      8. Borsa

Modello di business

Net Insurance opera nell’assicurazione in Italia attraverso l’assunzione e la gestione di rischi nei Rami Danni e, tramite la controllata Net Insurance Life, nel Ramo I (limitatamente al rischio di premorienza) e di recente anche nel Ramo IV Vita.

La Società è focalizzata sullo sviluppo di quattro diversi pilastri: Cessione del Quinto (quota di mercato vicina al 30% e circa il 70% del fatturato 2020); Bancassicurazione (ad oggi sottoscritte 13 partnership); Broker (oltre 50 accordi di distribuzione attivi) e mondo Digitale.

Elemento distintivo di Net Insurance è la sua natura tech. Un approccio digitale che permea progressivamente ogni area di business e che si declina lungo l’intera catena del valore; due i filoni principali: da un lato la tecnologia come abilitatore dei processi aziendali e dall’altro l’offerta di prodotti innovativi, grazie anche alle partnership con importanti realtà del settore tecnology.

In quest’ultimo ambito, si ricorda l’intesa sottoscritta con Nexi come partner assicurativo di Nexi Open; l’accordo siglato con Fabrick per ottimizzare la gestione dei pagamenti attraverso la soluzione Payment & Collection Engine, e, infine, quello con PayDo per l’utilizzo di Plick nella liquidazione dei sinistri.

Sempre in tema digital, svolge un ruolo importante l’Innovation Advisory Board (IAB) – composto da professionisti indipendenti esperti in fintech e innovazione e presieduto da Matteo Carbone – nato con lo scopo di supportare il management in materia di innovation.

Ultimi avvenimenti

A fine aprile la Società ha reso noto che i premi emessi nel primo trimestre 2021 si attestano a 29,6 milioni (+18,4%), mentre la raccolta premi complessiva è di 49 milioni (contro i 43 milioni del 2020). Sotto il profilo della solvibilità, a fine marzo il Solvency II ratio è pari al 183,7% (+6,5 p.p. rispetto al 31 dicembre 2020).

La Compagnia anche nella prima parte dell’anno ha sottoscritto accordi distributivi con importanti player. Il primo, a marzo, con la Banca Popolare Valconca, presente nelle province di Emilia-Romagna e Marche, per diversi prodotti di bancassurance. Il secondo, sempre nello stesso mese, con Trendevice, uno dei principali player italiani nell’economia circolare, attivo nel settore del ricondizionamento di prodotti hi-tech di fascia alta, con un prodotto digitale riferito alla protezione dei cellulari.

Nel mese di maggio ha poi siglato accordi di bancassurance con Banca Capasso e Banca di Sconto, entrambe controllate al 100% da IBL Banca. Tale partnership prevede l’offerta di polizze assicurative Protection studiate in particolare per il target famiglie e PMI. L’intesa va a valorizzare ulteriormente la collaborazione tra la Compagnia e IBL Banca.

Sempre nello stesso mese, Net Insurance ha ricevuto la certificazione ISO/IEC 27001:2013, il principale standard internazionale che definisce le best practice relative al Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI). Un riconoscimento che testimonia il concreto impegno dell’impresa nell’elevare costantemente il proprio livello di sicurezza e affidabilità, contrastando i rischi connessi alla Cybersecurity.

In merito alla vicenda della sottrazione dei Titoli di Stato nella prima metà dell’anno sono intervenuti i seguenti provvedimenti:

  • nel gennaio di quest’anno l’Alta Corte di Londra ha emesso una nuova sentenza a favore di Net, decretando, tra l’altro, che Sunset, società pienamente riconducibile a Gianluigi Torzi, dovrà corrispondere alla Compagnia i 10 milioni relativi alla terza rata dell’accordo transattivo. Inoltre, la stessa Sunset dovrà eseguire anche tutte le altre obbligazioni previste dall’accordo transattivo per il recupero delle somme sottratte;
  • agli inizi di maggio il Tribunale Ordinario di Milano ha disposto in favore della Compagnia la provvisoria esecutorietà del decreto ingiuntivo – relativo al recupero del credito di cui al “bond Augusto” – nei confronti della società Augusto S.p.A.

Clicca qui per continuare a leggere lanalisi fondamentale di Market Insiggt su Net Insurance.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Pierrel accelera su produzione ed estero in ottica green

Azioni Aim, Compagnia dei Caraibi: una storia di crescita sostenibile

Mercati, azioni Aim: ancora molte le incertezze per Cover 50. L’analisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X