Mercati, tempi duri per l’euro dopo e parole della Fed

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 21 Giugno 2021 | 09:12

Un crollo che non si vedeva ormai da mesi. E’ quello che nelle ultime sedute ha colpito il cambio euro/dollaro, in scia alla possibilità della Fed che inizi una stretta monaria a partire dal 2023. Nel dettaglio, la moneta unica è passata da una quotazione di oltre 1,21 a 1,87 circa a favore del biglietto verde.

Continuerà la discesa dell’eur/usd?

Almeno nel breve termine la risposta è: probabilmente si. E il primo, cruciale obiettivo è individuabile a quota 1,1785, dove attualmente passa il supporto dinamico ascendente che dallo scorso novembre sostiene i corsi del cambio. Dopodichè, se e solo se, questo livello si dimostrerà un valido sostegno si potrebbe assistere a un’inversione rialzista con primi target in zona 1,20. Per contro, sotto 1,1785, gli obiettivi diventerebbero l’area 1,17/1,1665.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Ftse Mib di fronte a un bivio

Mercati: Fib e Dax al test delle medie mobili. Euro Stoxx 50 un passo avanti

Mercati, Nikkei al test di un supporto cruciale. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X