Turistico, isole da investimenti

A
A
A
di Marcella Persola 9 Luglio 2008 | 14:30
Mercato turistico abbastanza eterogeneo in Italia. Se da una parte il Nord Italia registra la maggior riduzione in termini di quotazioni, il centro contiene la perdita e il sud resta stabile. Isole comprese.

Settore turistico in affanno? Non si può di certo dire così anche se i dati elaborati dall’ufficio studi di Tecnocasa evidenziano una diminuzione delle quotazione. Infatti nel secondo semestre del 2007 le quotazioni immobiliari delle abitazioni nelle località di mare sono diminuite dello 0.8%, con una distribuzione abbastanza omogenea sul territorio.

Le regioni del Nord Italia sono quelle che hanno sofferto maggiormente con una riduzione dei prezzi del 2%, mentre quelle del Centro hanno contenuto il decremento entro lo 0.5%. Stabili invece le località del Sud che però presentano comportamenti eterogenei da regione a regione. Se infatti Calabria (+5.2%), Sardegna (+2.2%) e Sicilia (+1.2%), hanno mantenuto una certa dinamicità, la Campagnia è stata quella che ha segnato la maggior riduzione (-4.5%).

In particolare il mercato sicialiano resta positivo. A Taormina seppure si sia registra la presenza di acquirenti stranieri, tra cui russi, americani e svedesi le quotazioni degli immobili sono stabili e si sono allungate le tempistiche di vendita.

A Cefalù invece le quotazioni sono aumentate del 18.6%, soprattutto per l’afflusso d acquirenti di seconde case del contesto locale. Molti acquirenti provengono infatti da Caltanissetta e provincia. Gli acquirenti di seconda casa arrivano soprattutto dalla Sicilia (Catania, Messina, Palermo) e cercano bilocali che abbiano un valore compreso tra 140 e 160 mila €.

I turisti, da ogni parte d’Italia, spesso optano per la locazione. Particolarmente apprezzata la zona alta di Acitrezza, nei pressi di via Litteri e via Manzella, dove si possono acquistare appartamenti in residence e villette panoramiche con vista sui faraglioni e su isola Lachea. Il prezzo di tipologie medio usate panoramiche con spazi esterni è di 3500 € al mq. In via Manzella nel 2004 sono state costruite alcune villette a schiera con vista panoramica, da 200 mq su tre livelli, il prezzo di vendita è di 450 mila €. Nel centro storico di Aci Trezza per un bilocale di recente costruzione si spendono mediamente 4500 € al mq.

Anche in Sardegna le località turistiche hanno registrato un aumento delle quotazioni del 2.2%. Quotazioni al rialzo per Olbia, tra cui Olbia Mare, che in questi ultimi anni ha visto la nascita di un nuovo porto turistico, operativo a breve. A San Teodoro si registra un discreto sviluppo edilizio nelle frazioni circostanti.

A Villasimius si segnala un andamento positivo nella zona Costa Rei in seguito al miglioramento dei collegamenti tra Cagliari ed il litorale. In aumento le richieste provienienti dalla Toscana dopo la nascita del collegamento aereo con Pisa.

In linea generale restano stabili le quotazioni di Pula nel secondo semestre del 2007, mentre diminuiscono dell’1.1% le quotazioni immobiliari di Villasimius, in cui si registra una contrazione della disponibilità media di spesa che è passata da 200 mila € dell’anno scorso a 150 mila €.

Stabili le quotazioni di Alghero, nella seconda parte del 2007, dove si avvertono segnali di rallentamento che si manifestano con l’allungamento delle tempistiche di vendita e la riduzione della disponibilità di spesa che è al momento intorno a 150-160 mila €. Infine crescita per Olbia, le cui quotazioni sono aumentate del 7.7% nella seconda parte dell’anno, le compravendite di seconda casa sono in minoranza rispetto a quelle di prima casa, tra le zone preferite da chi cerca la casa vacanza ci sono Olbia 2 e Olbia Mare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Henderson regina dell’immobiliare europeo

Top 10 Bluerating: Bmo domina nell’immobiliare europeo

Top 10 Bluerating: Lemanik al top nell’immobiliare globale

NEWSLETTER
Iscriviti
X