Poste Italine vende a Visa la quota in Tink

A
A
A
di Redazione 25 Giugno 2021 | 09:51
Ceduta la partecipazione del 4,7% con plusvalenza milionaria

Poste Italiane, attraverso la sua controllata PostePay, ha venduto la partecipazione del 4,7% fully diluted in Tink al Gruppo Visa, a seguito di un’offerta per l’acquisto del 100% del capitale azionario di Tink.

Visa corrisponderà un importo totale di €1,8 miliardi per l’acquisto di Tink, comprensivi del
prezzo di acquisto e dell’incentivazione al management. Poste Italiane ha incassato 3,5 volte il valore dell’investimento iniziale, pari a €22 milioni,
nell’arco di 18 mesi.

La plusvalenza al netto delle imposte è pari a circa €53 milioni, che comporta un incremento
del patrimonio netto tramite “altri utili e perdite complessivi” senza impatto a conto
economico. La partnership con Tink proseguirà, permettendo a Poste Italiane di beneficiare delle
opportunità dell’open banking nell’ambito della normativa PSD2, facendo leva sull’
affidabilità del proprio marchio, e sull’utilizzo di strumenti analitici data-driven.

Questa operazione conferma la validità dell’approccio differenziato di Poste Italiane verso
l’innovazione. Nel caso specifico l’alleanza con operatori di mercato disruptive consente a
Poste Italiane di accelerare la propria strategia di innovazione.
L’operazione è soggetta all’autorizzazione da parte delle autorità regolamentari ed altre
consuete condizioni di closing.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X