Mercati, utility: arriva il sistema Totex. Le valutazioni degli analisti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 5 Luglio 2021 | 10:32

Il regolatore del mercato delle utility italiano ha avviato un procedimento per il passaggio a un sistema tariffario basato sul costo totale, detto Totex, con tariffe basate su obiettivi di spesa e di servizi da fornire al sistema.

Nel detaglio, nel suo intento, il regolatore vuole superare l’attuale regulation ibrida, che riconosce in tariffa gli opex ed un ritorno sulla Rab (ovvero il capitale investito netto riconosciuto), permettendo politiche di sovra-investimento. La delibera, in particolare, sottolinea che: entro il 2022 saranno definiti i criteri generali ed omogenei (gas ed elettrico) per determinare il costo riconosciuto (opex + capex) per lo svolgimento del servizio.

Saranno comunque mantenuti premi/penalità per obiettivi (output based incentives). E le società dovranno presentere dei Business Plan con servizi necessari al sistema, che saranno valutati dal regolatore. L’authority definirà i tassi di capitalizzazione (capex ed opex in tariffa), con approcci differenziati fra i settori. I meccanismi di sharing delle efficienze saranno applicati al costo totale (inclusi i capex). Saranno inoltre monitorati gli scostamenti fra i ritorni ex-post e quelli definiti exante.E le nuove tariffe saranno applicate ai grandi operatori dal prossimo periodo regolatorio (2026 per la gas distribution e 2024 per gli altri).

Alla luce di questo scenario, gli analisti di Equita ritengono che:

  • la nuova regulation permetterà al regolatore di orientare gli investimenti delle società (controllo dei Business Plan e incentivi output based) in base agli obiettivi di sostenibilità e per favorire l`Energy Transition;
  • il regolatore voglia aumentare il livello di efficienze da condividere con gli utenti, introducendo anche il monitoraggio sulla profittabilità ex-post della Rab;
  • gli investimenti nel settore elettrico dovrebbero essere più visibili, avendo il Regolatore ribadito che il gas ha un ruolo transitorio verso la decarbonizzazione, mentre il vettore elettrico è al centro dell’Energy Transition.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: nuova tappa per l’European MidCap Event

Risparmio: gli italiani lo vogliono green, ma per davvero

Deutsche Bank FA e Zurich, il binomio agenti-consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X