Asset allocation: tech e growth tornano di moda

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 8 Luglio 2021 | 10:09

Il mercato vede il picco di crescita e inflazione alle spalle (una view che si rispecchia alla grande nella performance dei bond) e teme l’impatto della variante Delta sul reopening trade, quindi ritorna a cercare i trade che hanno performato durante la pandemia (tech e growth) e abbandona ciclici e value. La rotazione si riflette anche geograficamente, con l’outperformance degli Usa vs Europa e resto del mondo,  assai più esposti a ciclici e value”. A farlo notare è Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners Sgr, che di seguito spiega nel dettaglio la propria visione.

Il fenomeno ha assunto dimensioni importanti: da inizio giugno, il differenziale di performance tra S&P 500 (1 nel grafico sotto) e Eurostoxx 50 (2) e Dax (3) ha superato – calcolando anche l’effetto cambio – il 7%, con i due indici dell’Eurozona, controvalorizzati in dollari, in significativo calo.


Con tutta la tara che si può mettere alla capacità dell’economia EU di sopportare una nuova ondata, o un rallentamento ciclico, sembra davvero esagerato. Certo, la citata rotazione settoriale da un importante contributo alla divergenza. A tale proposito, Sentimentrader.com ha osservato che la sottoperformance del settore “value” rispetto a  quello “growth”, misurata come ratio tra il Russell 3000 Growth e il Russell 300 Value, è stata a sua volta estrema, raggiungendo  il  7.5% in appena 21 sedute (un mese – dati al 6 luglio).


A rendere il  fenomeno più  insolito è la circostanza che il ratio si trova in un trend crescente, come mostra la media mobile a 200 giorni (in altre parole da un anno il value sta outperformando il growth).

Il backtest mostra che solitamente il trend resiste e quindi il value si riprende. In particolare dal 1950 ad oggi vi sono state otto occasioni in cui, in un trend di outperformance del value, si è avuto un ritracciamento del 7.5% in 21 sedute. In sette casi su otto la correzione non ha prodotto un interruzione del trend, e il ratio ha recuperato nei mesi successivi. E’ anche la mia impressione, che questo trend (e l’Eurozona) debbano dare per lo meno un colpo di coda.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, mercati emergenti: un universo a doppia velocità

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Asset allocation: puntare sull’equity con energia e finanziari

NEWSLETTER
Iscriviti
X