Asset allocation, rinnovabili: ecco su chi puntare a Piazza Affari

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 15 Luglio 2021 | 10:35

Prime indicazioni del Ministro per la Transizione Energetica sulle prospettive per le rinnovabili in vista della scadenza del 2030 a seguito dei nuovi target europei (-55% di riduzione emissioni entro il 2030 rispetto al -40% precedente).

Nel dettaglio, i nuovi decreti per il settore rinnovabili sono attesi nei prossimi mesi con una proroga dell’attuale decreto FER1 (nuovi bandi per le quantità non assegnate negli ultimi due anni) entro agosto 2021 e la pubblicazione di un nuovo decreto FER2 che coprirà il periodo post 2021 (entro settembre).

Prime stime poi sul recepimento delle nuove direttive EU e del nuovo Piano Energia e Clima (PNIEC) che implica entro il 2030:

  • una capacità Wind di 23GW rispetto ai 10.8 GW di fine 2020. La bozza di proposta prevede sia un contributo significativo da repowering (circa 10-15% con un potenziale di circa 1.5GW al 2030) sia il contributo dell’off-shore a partire dal 2024;
  • una capacità installata solare di 64GW rispetto ai 21.7GW di fine 2020. La bozza di proposta prevede una forte crescita dei grandi impianti (incluso il fotovoltaico agricolo – agrivoltaico);
  • un maggior numero di bandi di assegnazione incentivi in ogni singolo anno, una programmazione quinquennale delle misure di sostegno, l’accesso diretto agli incentivi per gli impianti fino a un MW e minori requisiti per l’accesso ai bandi;
  • focus sulle semplificazioni autorizzative, con l`individuazione delle aree idonee allo sviluppo rinnovabili da Governo e Regioni e l’implementazione del decreto semplificazioni (riduzione tempi, poteri sostitutivi del governo, commmissioni ad-hoc e rafforzamento personale dedicato).

Si tratta di misure positive per il settore, in particolare a nostro avviso la dimensione prevista per il repowering è molto favorevole per ERG, che ha un potenziale di circa 800 MW di possibili rifacimenti (Erg è tra gli operatori piu` longevi nel settore) di cui 140 MW hanno già partecipato alle aste di fine maggio (esito atteso a settembre). L’outlook è anche positivo per Falck Renewables, Alerion, Enel, A2a e Iniziative Bresciane“, commnetano gli analisti di Equita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Autogrill a Telecom

Borse internazionali: il punto tecnico di Alessandro Aldrovandi

Mercati: nuova tappa per l’European MidCap Event

NEWSLETTER
Iscriviti
X