Fannie Mae and Freddie Mac, segnali di una nuova ondata di SubPrime

A
A
A
di Redazione 11 Luglio 2008 | 07:29
Giovedì 10 luglio leggermente positivo per Wall Street che dopo le forti perdite di ieri è riuscito a recuperare terreno, con il Dow Jones che guadagna il +0,73%. Giornata nervosa per il mercato statunitense che rivede l’ombra SubPrime: questa volta i mutui facili sembrano aver colpito le due maggiori società semigovernative di mutui Fannie Mae e Freddie Mac. Secondo gli analisti le due società sarebbero a rischio bancarotta. Segnale non positivo, dato che sono questo tipo di società è la prima a risentire di una nuova ondata di svalutazioni dovuta ai mutui ad alto rischio e quindi possono essere a tutti gli effetti considerate come indicatori di una nuova crisi.

L’indice del risparmio gestito, il BlueIndex ha chiuso la seduta in leggera perdita, -0,15%, tra i titoli a ribasso compaiono i Big statunitensi, [s]Morgan Stanley[/s] -1,41%, [s]Citigroup[/s] -0,97% e quelli francesi [s]Axa[/s] -1,86%, [s]Natixis[/s] -3,65%. Bene invece le italiane [s]Anima[/s]+2% e [s]Mediolanum[/s] +3,77%.

Dato macro di seduta è quello riguardante le richieste di sussidio USA da parte dei disoccupati , che nell’ultima settimana sono scese di quasi 60mila unità. Nuovo rally invece per il petrolio che ha chiuso a 142,03 dollari al barile, guadagnando il +3,99%. Oro nero spinto a rialzo dalle notizie arrivate dal medio oriente, che vedrebbero impegnato l’Iran con nuovi test missilistici e con esercitazioni aeree.

Giornata in cui l’attenzione del mercato era diretta alle notizie provenienti dall’america, le quali hanno destato preoccupazione per il futuro delle società Fannie Mae e Freddie Mac. Secondo gli analisti i due gruppi sono a rischio bancarotta, causa le perdite legate alla crisi subprime.

Ed a peggiorare la situazione delle due società è stato il commento del segretario al tesoro statunitense, Henry Paulson, il quale ha comunicato che l’autorità americana non può, e non vuole, intervenire ogni qual volta una istituzione finanziaria si trova in difficoltà, precisando che “Per garantire la disciplina dei mercati e contenere i rischi è necessario lasciare fallire le istituzioni non più in grado di operare“.

Discorso che fa capire che il governo americano non ha intenzione di appoggiare completamente la strategia di Bernanke. Federal Reserve che a sua volta spera nelle prossime elezioni e nell’insediamento alla casa bianca di Barack Obama, che dovrebbe appoggiare a pieno la strategia di aiuto alle banche di Bernanke.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 112,65 EUR +0,62%
American Express Nyse 39,04 USD +0,07%
Anima Borsa Italiana 1,25 EUR +2,04%
Axa Euronext 18,635 USD -1,86%
Azimut Borsa Italiana 5,275 EUR -0,4%
Banca Generali Borsa Italiana 4,51 EUR -0,94%
Bank of NY Mellon Nyse 36,13 USD +1,74%
Barclays Lse 22,61 USD +1,57%
BlackRock Nyse 172,95 USD +3,76%
BNP BNP 57,36 EUR -0,93%
Citigroup Inc Nyse 16,28 USD -0,97%
Credit Agricole Euronext 12,82 EUR +0,54%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 43,02 CHF -2,05%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 54,68 EUR -0,90%
Dexia Euronext 9,04 EUR -4,44%
Fortis Euronext 9,86 EUR -2,37%
FT Inv. Nyse 89,7 USD +2,51%
Goldman Sachs Nyse 170,16 USD +0,67%
Henderson Lse 106,25 GBp -2,29%
HSBC Investments Lse 760 GBp -1,39%
ING Euronext 20,07 EUR -2,52%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,6875 EUR +0,4%
Invesco Nyse 22,45 USD -0,44%
Janus Capital Group Nyse 23,67 USD +0,51%
Jp Morgan Nyse 34,51 USD +0,67%
Julius Baer Swiss Market Exchange 62,1 CHF -1,19%
Legg Mason Nyse 36,35 USD +0,16%
Man Group Lse 596,5 GBp +1,18%
Mediobanca Borsa Italiana 10,56 EUR -0,75%
Mediolanum Borsa Italiana 2,695 EUR +3,77%
Morgan Stanley Nyse 33,51 USD -1,41%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,797 EUR +1,41%
Natixis Euronext 6,32 EUR -3,65%
Nordea bank Omxnordicexchange 82,4 SEK -1,19%
Raiffeisen Wiener Borse 79,4 EUR -2,82%
Schroders Lse 845 GBp -0,47%
Skandia (Old Mutual) Lse 90,3 GBp -1,41%
State Street Nyse 60,38 USD +1,37%
Ubs Swiss Market Exchange 20,56 CHF -2,37%
Unicredit Borsa Italiana 3,6675 EUR -0,45%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X