Mercati, azioni Star: Giglio Group conferma i target. L’analisi

A
A
A
di Redazione 26 Luglio 2021 | 10:32

“Consolidare la piattaforma proprietaria di E-commerce Terashop; rafforzare le attività di Agency; assistere i brand nell’espansione internazionale”. Sono queste, spiega Alessandro Giglio, presidente di Giglio Group, “le priorità strategiche sulle quali stiamo lavorando per completare il processo di riorganizzazione, avviato nel 2020, che prevede di concentrarci unicamente sul business dell’e-commerce e sulla distribuzione internazionale tramite marketplace e canali selettivi”. Il tutto confermando i target del piano industriale 2021-24, che vedono ricavi a 70 milioni e un EBITDA di 4,55 milioni nel 2022 e un fatturato a 82 milioni e un margine operativo lordo di 6,57 milioni nel 2023”. Ecco di seguito l’analisi fondamentale su Giglio Group elaborata dagli analisti di Market Insight.

        1. Alessandro Giglio, Presidente di Giglio Group, illustra le priorità strategiche
        2. “Consolidare la piattaforma proprietaria di E-commerce Terashop”
        3. “Rafforzare le attività di Agency”
        4. “Assistere i brand nell’espansione internazionale”
        5. I conti del primo trimestre 2021
        6. Le aspettative sui prossimi mesi e lo scenario di mercato
        7. I target del Piano Industriale
        8. Le proiezioni degli analisti 
        9. Borsa 

Giglio Group prosegue nel completamento del percorso di riorganizzazione, avviato nel 2020, che prevede la concentrazione dell’azienda unicamente sul business dell’e-commerce e sulla distribuzione internazionale tramite marketplace e canali selettivi.

Percorso che sta procedendo secondo le aspettative ed in linea con il Piano Industriale e che fa leva su un approccio strategico che prevede di “Consolidare la piattaforma proprietaria di E-commerce Terashop; rafforzare le attività di Agency; assistere i brand nell’espansione internazionale”, come afferma Alessandro Giglio, Presidente di Giglio Group.

“Progetti e strategie che, unitamente a una sensibile riduzione dei costi di struttura, ad una migliore gestione dell’indebitamente, a una gestione più efficiente della divisione B2C e lo sviluppo della divisione B2B, consentono alla società di confermare le previsioni che indicano ricavi a 70 milioni e un EBITDA di 4,55 milioni nel 2022 e un fatturato a 82 milioni e un margine operativo lordo di 6,57 milioni nel 2023”.

E in tale ottica, “I prossimi due anni”, afferma il Presidente, “vedranno il gruppo Giglio completare nella prima fase l’offerta di Digital Transformation per poi sfruttare in una seconda fase le competenze acquisite nelle industries di riferimento per ampliare il portafoglio clienti grazie a progetti e case history consolidati e creare ulteriori possibilità di Revenues a fronte di un servizio unico sul panorama digitale nazionale”.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi fondamentale su Giglio Group di Market Insight.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni Aim: prove di recupero per Masi Agricola. L’analisi

Banche: Illimity punta a rafforzarsi nel Distressed Credit. L’analisi

Mercati: Pierrel accelera su produzione ed estero in ottica green

NEWSLETTER
Iscriviti
X