Mercati: segnale ribassiste sul Dax, Fib ed Euro Stoxx in stand-by

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Luglio 2021 | 08:05

Il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza settembre, è torntoa al di sotto della trendline discendente originatasi dopo il massimo relativo dell’8 giugno. Ora si tratta di capire se si tratta di un mero falso segnale ribassista oppure se, effettivamente, dovremo assistere all’inizio di una correzione, almeno di breve termine.

Operativamente, l’eventuale cedimento del supporto a 24.860 favorirebbe un ritracciamento verso 24.345 prima e, nel caso, in area 24.000/23.785 poi. Per contro, il ritorno confermato oltre il massimo intraday del 26 luglio a 25.330 punti, agevolerebbe un nuovo attacco al top di giugno a quota 25.690.

Terza candela ribassista consecutiva per il Dax future con scadenza settembre, tornato a incrociare al ribasso le medie mobili a 21 e 50 sedute al momento coincidenti a 15.550 punti. Uno scenario che favorisce lo sviluppo di un downtrend, almeno fino al test del supporto statico posto a quota 15.275. L’eventuale successivo target al ribasso sarebbe poi individuabile in area 15.000. Rialzi credibili invece solo oltre le suddette medie mobili con obiettivi 15.680 punti prima e sul top a 15.800 poi.

Il mancato superamento della resistenza statica a 4.100 punti ha riportato il future sull’EuroStoxx 50 con scadenza settembre al test della media mobile a 21 sedute, al momento passante per 4.045 punti. Un livello che funge da supporto, cruciale per non assistere a un possibile ulteriore ritracciamento verso 4.000 prima e 3.950 poi. Oltre 4.100 obiettivi invece sul top a 4.150.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: movimento a V per Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future

Forex: dollaro in cerca di conferme

Mercati: il punto tecnico settimanale su indici, valute e commodity di Sartorelli

NEWSLETTER
Iscriviti
X