Mercati: è dilemma sulla discesa del Nasdaq

A
A
A
di Redazione 11 Agosto 2021 | 15:02

Lo storico piano infrastrutturale voluto da Joe Biden da 550 miliardi di dollari, approvato dal Senato, verrà ora sottoposto al voto della Camera insieme a un piano di spesa più ampio di 3,5 trilioni di dollari.

“Un fatto che ha determinato la discesa dell’indice Nasdaq, poiché gli investitori si sono concentrati sul rovescio della medaglia. L’enorme spesa in infrastrutture, infatti, aumenterebbe le già elevate pressioni inflazionistiche e potrebbe incoraggiare la Federal Reserve (Fed ) a ridurre i suoi massicci acquisti di obbligazioni prima e più velocemente del previsto  per compensare l’enorme mezzo trilione di denaro che sta per piovere sull’economia statunitense”. A farlo notare è Ipek Ozkardeskaya, Senior Analyst di Swissquote, che di seguito illustra nel dettaglio la propria visione.

L’evento principale del calendario economico di oggi è il rapporto sull’inflazione dei prezzi al consumo negli Stati Uniti. Un consenso sulle aspettative degli analisti suggerisce che i prezzi al consumo statunitensi potrebbero stabilizzarsi vicino al livello del 5,4% del mese scorso. Ma non escludiamo la possibilità di un dato soft a sorpresa, poiché i prezzi del petrolio, che rappresentano oltre la metà dell’aumento dell’IPC, sono scesi vicino al 20% durante il mese di luglio e potrebbero aver allentato la pressione al rialzo sui prezzi al consumo lo scorso mese. Tuttavia, non è chiaro come si siano evoluti i prezzi dei veicoli di seconda mano, mentre i colli di bottiglia sulle catene di approvvigionamento interrotte e la carenza globale di chip potrebbero aver mantenuto alta la pressione sui prezzi al consumo.

Un dato dell’inflazione in linea con il 5,4% del mese scorso dovrebbe, in teoria, mantenere gli indici statunitensi sulla buona strada per il consolidamento vicino ai massimi storici. Una cifra più debole sarà un sospiro di sollievo per il mercato e i responsabili delle politiche e toglierà parte della pressione crescente dalle spalle della Fed, che rimarrà sulla buona strada per la normalizzazione delle politiche, ma con meno pressione sulla tempistica. Tuttavia, una cifra più forte probabilmente aumenterà i falchi della Fed e porterà le aspettative di un tapering obbligazionario in avanti “questo autunno”, come suggerito da Bostic e Rosengren all’inizio di questa settimana.

Un cambiamento da falco nelle aspettative della Fed potrebbe avere delle conseguenze sul mercato azionario. Il Nasdaq potrebbe scivolare del 3% verso la sua media mobile a 50 giorni.

E che dire dell’oro?

L’oro ha perso la sua occasione di brillare negli ultimi mesi. Ciò che avrebbe fatto bene  ai prezzi dell’oro poteva essere rappresentato dall’aumento delle aspettative di inflazione e dal calo dei rendimenti statunitensi. Ma gli investitori, all’oro,hanno preferito i mercati azionari e le criptovalute, nel rally del rischio globale. Ora che i rendimenti statunitensi si stanno preparando a rimbalzare e l’inflazione potrebbe diminuire, l’oro probabilmente perderà i suoi principali pilastri rialzisti e si tufferà più in profondità.

Una cosa che potrebbe salvare l’oro da un’ulteriore. scivolata sarebbe un’eventuale vendita massiccia di titoli azionari, un mercato lunatico, una minore propensione al rischio e l’urgenza di liquidare le posizioni long equity con il timore di vedere un crollo del mercato globale innescato dalla crisi del contagio della variante Delta, o dalle aspettative di una Fed più rigide o una combinazione di entrambe.

E infine, ci sono alcune notizie incoraggianti per i commercianti di petrolio. I dati API di ieri hanno rivelato che le scorte di petrolio negli Stati Uniti sono diminuite di 816.000 barili la scorsa settimana. I dati più ufficiali dell’EIA sono previsti oggi e un calo delle scorte di petrolio potrebbe incoraggiare i rialzisti del petrolio a testare la soglia dei 70 dollari. Tuttavia, gli acquirenti diventeranno probabilmente rari al di sopra di quel livello, con notizie di casi in aumento di Covid che hanno appena iniziato a ridurre l’attività economica a livello globale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: parla Putin e il gas si raffredda

Mercati: tre elementi a cui fare molta attenzione

Investimenti, non tutte le correzioni vengono per nuocere

NEWSLETTER
Iscriviti
X