Investimenti: rischi, trend e opportunità degli emergenti

A
A
A
di Redazione 12 Agosto 2021 | 16:01

I profili ESG delle società nell’universo dei mercati emergenti possono variare notevolmente: ci sono aziende ben posizionate e altre più controverse. Alcuni settori sono più inclini ad avere maggiori rischi associati al profilo ESG, come ad esempio le industrie estrattive, mentre altri fanno leva su trend di business più sostenibili e hanno mostrato buoni progressi su alcuni fattori ESG, fra questi le società immobiliari cinesi. In questo contesto, l’integrazione dei fattori ESG nel debito corporate dei mercati emergenti è essenziale per la generazione di alpha e la gestione del rischio“. Ad affermarlo è Samy Muaddi, gestore del fondo T. Rowe Price Funds SICAV – Emerging Market Corporate Bonds di T. Rowe Price, che di seguito dettaglia la propria view.

I tre rischi ESG nelle obbligazioni corporate dei mercati emergenti

Sono tre le categorie chiave di rischio ESG che richiedono particolare attenzione nell’universo delle obbligazioni corporate dei mercati emergenti:

  • Rischio sociale e politico: la direzione politica di un Paese – qualità istituzionale, libertà di parola, stato di diritto e uguaglianza di ricchezza – può avere un profondo impatto positivo o negativo sulla sua popolazione e sulle imprese. Al contrario, i miglioramenti in aree come i diritti di proprietà e l’istruzione possono creare opportunità sostenute nel settore privato. La nostra analisi sovrana è vitale per costruire degli approfonditi profili sociali e politici di ogni paese in cui investiamo.
  • Rischio ambientale: in aree come l’energia, i servizi pubblici e l’industria mineraria, che comprendono una quota relativamente grande dell’universo dei mercati emergenti, le pratiche ambientali di un’azienda possono avere effetti significativi sul suo business. Dal punto di vista positivo, le aziende che migliorano le loro pratiche di business probabilmente godranno di costi di capitale più bassi e di supporto normativo.
  • Rischio di governance aziendale: per i mercati emergenti, questo è particolarmente importante. Dati i rischi inerenti ai prestiti ai mercati emergenti, noi ricerchiamo nomi verso i quali nutriamo fiducia data la loro storia, la reputazione e le altre relazioni di business dei team di management.

I principali trend ESG nel debito emergente

Ci sono tre dinamiche in gioco: la domanda dei clienti, le pressioni normative e i mercati. I clienti di tutto il mondo sono sempre più interessati a come i fattori ESG vengono integrati nei loro portafogli d’investimento.

Anche la regolamentazione sta cambiando rapidamente, guidando i cambiamenti nel modo in cui le aziende conducono i loro business e l’estensione e la qualità della loro divulgazione di dati ESG. In particolare, quando si tratta di regolamentazione ambientale, il panorama sarà molto diverso in futuro.

Per decenni le aziende hanno sostenuto poco o nessun costo per le esternalità dell’inquinamento o dell’uso del capitale naturale. I mercati stanno sempre più valutando i fattori ESG nel rischio di credito e negli spread (il rendimento aggiuntivo che gli investitori richiedono per detenere attività più rischiose).

Integrazione dei fattori ESG all’interno del processo d’investimento

Anche qui, sono tre le caratteristiche da evidenziare. In primo luogo, l’integrazione dei fattori ESG fa parte da molto tempo del nostro approccio alla gestione del rischio e alla generazione di potenziale alpha. Gli analisti del credito ricercano i fondamentali delle aziende per identificare quelle che riteniamo inefficienti o che hanno il potenziale per un miglioramento del rating – questo include la considerazione dei fattori ambientali, sociali e di governance accanto all’analisi finanziaria. Quindi, l’integrazione ESG non è nuova all’analisi e al processo decisionale nel nostro universo, fa parte della nostra filosofia d’investimento di lunga data. Alcune società cicliche o di estrazione semplicemente non soddisfano i nostri criteri di investimento.

In secondo luogo, selezioniamo il portafoglio utilizzando il Responsible Investing Indicator Model (RIIM) proprietario di T. Rowe Price. Il RIIM e la ricerca dei team Responsible Investing e Governance forniscono un’ampia copertura dei rischi e delle opportunità ESG tra le società del nostro universo. Offre una seconda prospettiva sulle caratteristiche ESG ed eventuali esposizioni elevate nel portafoglio.

Infine, utilizziamo la ricerca e l’analisi sovrana per formulare le opinioni macro e sovrane che sostengono il nostro posizionamento corporate. Un Paese dei mercati emergenti con migliori caratteristiche ESG sovrane e un ambiente normativo più solido fornirà in genere un quadro migliore per gli investimenti corporate e potenzialmente incoraggerà best practice ESG aziendali. Il RIIM è prezioso in questo caso: valuta gli emittenti sovrani in base a criteri ESG. I nostri analisti sovrani forniscono ulteriori approfondimenti sulla trasparenza, le valutazioni geopolitiche e i fattori di stabilità sociale.

I fattori ESG influenzano la scelte d’investimento. Qualche esempio

Un esempio recente è la nostra analisi dell’impatto del cambiamento climatico su una società mineraria russa. L’azienda ha un’infrastruttura costruita sul permafrost nel nord della Russia. Poiché lo strato di permafrost ha iniziato a scongelarsi e a diminuire a causa del riscaldamento del clima, l’infrastruttura logistica dell’azienda ha subito crolli, tra cui una linea ferroviaria e un serbatoio di stoccaggio. Questi problemi saranno costosi da risolvere e richiederanno investimenti continui. Di conseguenza, abbiamo rivalutato lo spread appropriato.

Un altro esempio è un emittente cileno di servizi pubblici. Il passaggio della società alle energie rinnovabili dovrebbe abbassare l’intensità media di carbonio del gruppo. L’azienda sta anche passando dai suoi asset di carbone dalla fornitura di generazione di energia di base alla fornitura di servizi cruciali di bilanciamento della rete, che ha il potenziale per facilitare la diffusione delle energie rinnovabili nel sistema elettrico. Questi adattamenti hanno benefici potenziali in un mondo in cui si sta costruendo lo slancio per una transizione verso un’energia più pulita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: i consigli di Fineco AM sugli emergenti

Asset allocation: mercati emergenti a doppia velocità

Asset allocation, mercati emergenti: un universo a doppia velocità

NEWSLETTER
Iscriviti
X