Wall Street, alert sui Bank Run…..

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Luglio 2008 | 08:20
Chiusura di mercato contrastata per i mercati: mentre l’Europa con l’EuroStoxx guadagna il +0,58%, Wall Street chiude negativa con il Dow Jones a -0,41% e l’S&P500 a -0,90%. A spingere gli investitori alla vendita sono ancora Fannie e Freddie. Le decisioni della FED e del tesoro americano di salvare i due istituti finanziari non convincono il mercato, che probabilmente vede la manovra più come un calmante che come una cura. Wall Street è diventato il terzo Vietnam per gli americani, stanno lottando contro un nemico invisibile.

Il BlueIndex, indice del risparmio gestito, ha chiuso lunedì 14 luglio con il segno negativo, -1,40%. A spingere al ribasso l’indice ci hanno pensato i titoli quotati a  Wall Street che hanno chiuso in forte perdita: [s]American Express[/s] -4,33%, [s]Bank of NY[/s] -3,42%, [s]BlackRock[/s] -4,62%, [s]Goldman Sachs[/s] -2,34%, [s]Jp Morgan[/s] -4,43% e [s]Morgan Stanley[/s] -5,05%. Tuttavia mentre le borse americane erano pressate dalle vendite, oltreoceano i titoli finanziari europei spingevano gli indici guida al rialzo. Nel vecchio continente tra i più acquistati compaiono [s]Axa[/s]+2,43%, [s]Credit Agricole[/s] +2,50% e [s]Schroders[/s] +4,31%.

Giornata segnata ancora da Freddie Mac e Fannie Mae, sempre al centro dell’attenzione degli investitori. Il tesoro americano e la FED hanno comunicato nel Week end un programma strategico atto a salvare le due istituzioni finanziarie. Il piano dovrebbe consistere in un prestito d’emergenza da parte della Federal Reserve e nell’acquisto di una parte del capitale sociale da parte del tesoro americano, che tuttavia deve ancora attendere il benestare da parte del congresso.
Il mercato, pur con il piano salvataggio, ha preferito lanciarsi nelle vendite. Il fallimento della californiana IndyMac è ancora fresco e l’approvazione del congresso non è poi cosi sicura.

La tensione degli investitori è altissima, basta poco per generare fenomeni di Bank Run come quello avvenuto per IndyMac, che è fallita non tanto per i SubPrime ma bensì per le parole di un politico della West Coast, che ha provocato un fuggi fuggi generale dei correntisti, costringendo l’istituto a rimanere senza liquidità in cassa, causa poi del fallimento.

Societa’ Listino di Riferimento Prezzo Valuta Var%
Allianz Deutsche borse (xetra) 107,62 EUR -0,47%
American Express Nyse 37,51 USD -4,33%
Anima Borsa Italiana 1,18 EUR -3,59%
Axa Euronext 18,095 USD +2,43%
Azimut Borsa Italiana 5,06 EUR +1%
Banca Generali Borsa Italiana 4,425 EUR -0,02%
Bank of NY Mellon Nyse 34,44 USD -3,42%
Barclays Lse 21,02 USD -3,04%
BlackRock Nyse 166,63 USD -4,62%
BNP BNP 55,865 EUR +1,36%
Citigroup Inc Nyse 15,22 USD -5,99%
Credit Agricole Euronext 11,86 EUR +2,50%
Credit Suisse Group Swiss Market Exchange 41,6 CHF -0,1%
Deutsche Bank Deutsche borse (xetra) 51,55 EUR -1,81%
Dexia Euronext 8,54 EUR +1,66%
Fortis Euronext 9,55 EUR +1,05%
FT Inv. Nyse 84,34 USD -4,59%
Goldman Sachs Nyse 158,67 USD -2,34%
Henderson Lse 103,25 GBp +0,21%
HSBC Investments Lse 739 GBp +0,92%
ING Euronext 19,28 EUR +0,41%
IntesaSanpaolo Borsa Italiana 3,5025 EUR -0,21%
Invesco Nyse 20,93 USD -4,42%
Janus Capital Group Nyse 22,69 USD -4,50%
Jp Morgan Nyse 31,69 USD -4,43%
Julius Baer Swiss Market Exchange 62,05 CHF +1,8%
Legg Mason Nyse 30,65 USD -8,48%
Man Group Lse 622 GBp +3,49%
Mediobanca Borsa Italiana 10,33 EUR +0,49%
Mediolanum Borsa Italiana 2,5575 EUR +0,77%
Morgan Stanley Nyse 31,75 USD -5,05%
Montepaschi Siena Borsa Italiana 1,728 EUR +0,47%
Natixis Euronext 5,59 EUR -4,11%
Nordea bank Omxnordicexchange 81,8 SEK +1,74%
Raiffeisen Wiener Borse 75,68 EUR +2,13%
Schroders Lse 846,5 GBp +4,31%
Skandia (Old Mutual) Lse 89,2 GBp +3,6%
State Street Nyse 55,7 USD -6,48%
Ubs Swiss Market Exchange 19,53 CHF +0,21%
Unicredit Borsa Italiana 3,6 EUR +1,21%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

Blueindex: la Yellen dà la carica ai titoli del risparmio gestito

Blueindex: brilla Banco Bpm, Janus Henderson Group in coda al gruppo

Blueindex: Deutsche Bank brilla, Wall Street festeggia l’Independence Day

Blueindex: seduta a passo di carica per le banche italiane

Blueindex: Man Group si riporta sui valori visti a fine maggio

Blueindex: in attesa di una soluzione per Bpvi e Veneto Banca i titoli bancari calano

Blueindex: a tener banco è sempre la crisi bancaria italiana

Blueindex: Old Mutual torna a mettersi in luce

Bluerating: corre Raiffeisen International, frenano Deutsche Bank e Natixis

Blueindex: le indiscrezioni fanno bene a Banco Bpm

Blueindex: finale di ottava a tutto gas per Banco Bpm

Blueindex: siamo in piena stagione delle trimestrali

Blueindex: corre Banca Generali, Banco Bpm torna a cedere terreno

Blueindex: Azimut continua a correre grazie ai numeri

Blueindex: bene Axa e Bnp Paribas, le parole di Trump frenano Wall Street

Invesco e Janus Capital brillano sul Blueindex, male Deutsche Bank e Unicredit

Sul Blueindex brilla Gam, bene anche le banche italiane

Blueindex: American Express vola dopo la trimestrale

Blueindex: una giornata memorabile per Unicredit

Bluerating, torna a brillare Legg Mason

Blueindex: su Janus Capital tornano ordini d’acquisto

Blueindex, una seduta in equilibrio quasi perfetto

Blueindex: Schroders in luce, frena Deutsche Bank

Blueindex: ancora acquisti su Henderson Group

Blueindex: Gam Holding torna a correre, frena Unicredit

Blueindex: Credit Agricole ringrazia Barclays e scatta in testa

Blueindex: State Street e Banca Mediolanum salgono in controtendenza

Blueindex: brilla Banca Mediolanum, sottotono Azimut

Blueindex: Credit Agricole torna in testa in una giornata positiva per i bancari europei

Blueindex: Barclays si fa vedere, frena American Express

NEWSLETTER
Iscriviti
X