Investimenti: argento sempre vivo

A
A
A
di Redazione 23 Settembre 2021 | 14:02

L’oro appare particolarmente sottovalutato ma prevediamo che colmerà il divario rispetto all’inflazione insistentemente elevata degli ultimi mesi. In virtù della forte correlazione tra il metallo giallo e l’argento, i prezzi dell’argento dovrebbero risalire non appena l’oro registrerà una correzione verso l’alto; inoltre, una ripresa economica prolungata dovrebbe favorire l’argento, dato il suo elevato uso industriale“.  Ad affermarlo è Nitesh Shah, direttore della ricerca di WisdomTree, che di seguito spieganel dettaglio il proprio outlook.

Secondo i nostri modelli, l’andamento del prezzo dell’argento è correlato per l’80% a quello dell’oro. Pertanto noi di WisdomTree consideriamo l’oro come il principale fattore trainante del prezzo dell’argento. Tuttavia, riteniamo che anche le seguenti variabili rappresentino driver importanti nel determinare il prezzo dell’argento:

  • la crescita dell’attività manifatturiera: oltre il 50% dell’argento utilizzato è destinato alle applicazioni industriali (a differenza dell’oro, nel cui caso meno del 10% viene impiegato per tale settore). Utilizziamo l’Indice dei direttori d’acquisto (PMI) del settore manifatturiero globale quale proxy per la domanda industriale;
  • l’aumento delle scorte di argento: l’incremento delle scorte implica una maggiore disponibilità del metallo e rappresenta dunque un fattore negativo sul fronte dei prezzi. Utilizziamo come proxy la scorta del mercato dei future;
  • la crescita degli investimenti in conto capitale per il settore minerario (capex): più le miniere investono, più offerta ci sarà presumibilmente in futuro. Pertanto adottiamo uno sfasamento di 18 mesi per questa variabile. Considerando che la maggior parte dell’argento è un sottoprodotto dell’attività mineraria per estrarre altri metalli, prestiamo attenzione alle spese in conto capitale delle prime 100 miniere del settore (quindi non solo quelle che estraggono esclusivamente argento).

Crediamo che l’argento supererà l’oro in termini di performance, guadagnando il 37,5% nella prima metà del 2022 contro l’aumento del 6,5% previsto per l’oro. Entro il secondo trimestre del 2022, ci aspettiamo che l’argento venga negoziato intorno a 35,81 dollari l’oncia. Un rimbalzo dell’attività industriale favorirà la domanda di questo metallo e, nel frattempo, una contrazione della spesa in conto capitale per il settore minerario e una riduzione delle scorte d’argento in borsa denotano la riduzione dell’offerta.

Gli indici dei direttori d’acquisto (PMI) del settore manifatturiero sono saliti considerevolmente negli ultimi mesi e si attestano in territorio espansionistico, cioè oltre quota 50, da tredici mesi consecutivi. Pur avendo messo a segno un altro picco nel maggio 2021, il loro livello si mantiene elevato e prevediamo che rimarranno in zona espansionistica per tutto l’orizzonte temporale stimato. Secondo le previsioni di Metals Focus, nel 2021 la domanda industriale raggiungerà un picco record di 524 milioni di once, grazie al vento in coda rappresentato dalla riapertura delle economie e dalle iniziative a favore dell’ambiente.

La spesa in conto capitale del settore minerario è diminuita nonostante la pandemia, il che dovrebbe contribuire a ridurre l’offerta d’argento.

Dopo il picco del 2020, nel 2021 le scorte d’argento in borsa sono diminuite. Ci aspettiamo che questa tendenza al ribasso continui e contribuisca ad alimentare i prezzi dell’argento. 

Prevediamo un ulteriore aumento della domanda di argento nel settore fotovoltaico, dal momento che continua a crescere la domanda di energia rinnovabile e, di conseguenza, di pannelli solari. Difatti l’elettrificazione delle auto e dei nostri sistemi energetici alimenterà la domanda d’argento in virtù della sua eccellente conduttività.

L’argento sarà sostenuto dalla ripresa economica verde, oltre che dalla correzione verso l’alto che l’oro dovrebbe registrare quest’anno. La rinnovata attenzione per il conseguimento degli obiettivi climatici intensificherà l’elettrificazione dei trasporti e farà aumentare la richiesta di fotovoltaico; due tendenze, queste, positive per la domanda d’argento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: l’ombra delle manovre speculative su rame e argento

Mercati: argento redivivo. I target e gli Etc a Piazza Affari

Mercati, l’argento brilla più dell’oro. Gli Etc a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X