Mercati, automotive: ecco su cosa puntare e cosa invece evitare

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 27 Settembre 2021 | 10:33

Il peggioramento delle notizie relative alla carenza di microchip a partire dalla seconda metà di agosto ha già penalizzato i titoli automobilistici (l’indice Euro Stoxx settoriale ha perso il 10% tra il 18 agosto e il 20 settembre) e probabilmente, secondo gli analisti di Equita, continuerà a influenzare la loro performance a breve termine generando volatilità.

Tanto che venerdì scorso gli analisti della Sim milanese avevano già tagliato le stime per i car components makers più esposti al mass market (Faurecia, Valeo e Sogefi). Oggi Equita procede con gli altri titoli che seguue con un’esposizione al settore auto (Stellantis, Pirelli, Michelin, Umicore e Brembo).

In questo contesto, nel dettaglio, Equita ritiene che i car-maker siano da preferire nonostante l’elevata leva operativa perché, a fronte di minori volumi, hanno già dimostrato nel primo semestre di poter beneficiare di price-mix positivo probabilmente replicabile nel secondo semestre (seppur in misura inferiore), mentre i car components-maker siano meno interessanti perché subiscono contemporaneamente minori volumi, inefficienze per i continui stop & go produttivi e in alcuni casi non ottengono gli aumenti di prezzo per compensare il rincaro delle RM.

I best picks di Equita si distinguono per essere meno dipendenti dall’andamento dei volumi di mercato:

  • Stellantis perchè beneficia di enormi sinergie di fusione
  • Faurecia perchè ha migliorato significativamente il suo profilo di rischio con l’acquisizione di Hella.
  • Pirelli avendo un business più resiliente data l’esposizione al mercato del ricambio (75% del fatturato) e al focus sui prodotti High Value, entrambi con margini nettamente superiori alla media
  • Umicore perchè beneficia dell’elettrificazione dei trasporti e del relativo riciclaggio delle batterie, nonché dell’inflazione dei prezzi delle materie prime critiche per la transizione energetica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Auto, ecco come crescerà la domanda mondiale

Automotive, l’evoluzione del modello distributivo sarà la chiave per recuperare marginalità

Il fund manager Gabrielli: “Ripensare i portafogli in funzione della mobilità elettrica”

NEWSLETTER
Iscriviti
X