Mercati, petrolio: ecco i target e le azioni aspettando l’Opec

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 1 Ottobre 2021 | 10:31

Nella riunione dell’OPEC+, in programma lunedì 4 ottobre, si discuterà se incrementare la produzione oltre l’accordo precedente preso dal Cartello che prevede l’aumento 400mila barili al giorno a novembre e dicembre.

Quattro fonti interne all’OPEC+ hanno affermato che l’aumento dei volumi è stato considerato come uno scenario, senza però fornire ulteriori dettagli, dato il contesto di forte inflazione energetica.

I target del petrolio e i petroliferi favoriti secondo Equita

“Considerando la recente impennata del prezzo dei prezzo del petrolio e del gas naturale, c’è la concreta possibilità che il Cartello possa aumentare ulteriormente la produzione – sostengono gli analisti di Equita – la nostra ipotesi corrente sul prezzo del Brent è di 65 dollari al barile per quest’anno e di 70 dollari l’anno prossimo. I nostri titoli favoriti nel settore sono Eni e Galp fra le integrate e Tenaris nel segmento dei servizi”.

L’andamento del petrolio Brent nel medio termine – Grafico su base settimanale

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio: l’Opec immobile nonostante il rilascio delle scorte Usa

Mercati: petrolio e petroliferi in attesa del meeting dell’Opec+

Mercati: Biden vuole più petrolio dall’Opec

NEWSLETTER
Iscriviti
X