Mercati, Intermonte pronta a debuttare a Piazza Affari

A
A
A
di Redazione 15 Ottobre 2021 | 07:32

Intermonte Partners SIM, holding di controllo di Intermonte SIM, ha presentato a Borsa Italiana domanda di ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie sul mercato AIM Italia dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita.

Il rilascio da parte di Borsa Italiana dell’avviso di ammissione alle negoziazioni è previsto per martedì 19 ottobre 2021.

L’ammissione alle negoziazioni delle Azioni (ISIN IT0005460016) avverrà a seguito del perfezionamento del collocamento istituzionale, iniziato il 6 ottobre 2021 come da comunicato stampa diffuso in data 5 ottobre 2021 e avente per oggetto un massimo complessivo di n. 13.750.000 azioni ordinarie offerte da oltre 60 azionisti di Intermonte, ripartite tra:

    • n. 13.062.500 azioni in vendita (“Azioni in Vendita”);
    • n. 687.500 ulteriori azioni, corrispondenti al 5,3% circa delle Azioni in Vendita e oggetto dell’opzione Greenshoe, offerta da alcuni azionisti di Intermonte in favore del Global Coordinator.

Le azioni poste in vendita, incluse quelle oggetto di opzione Greenshoe, sono complessivamente pari al 42,8% delle azioni in circolazione e quindi al netto delle azioni proprie detenute da Intermonte (o il 38,0% dell’intero capitale sociale rappresentato da n. 36.195.500 azioni ordinarie).

L’offerta si rivolge esclusivamente a investitori qualificati così come definiti e individuati dall’art. 100 del D. Lgs. 58/98 (il TUF), l’art. 34-ter del Regolamento Consob n. 11971/1999 (il Regolamento Emittenti Consob) e l’art. 35, comma 1, lettera d) del Regolamento Consob adottato con delibera n. 20307 del 15 febbraio 2018 e gli altri soggetti nello SEE, esclusa l’Italia, che sono investitori qualificati ai sensi dell’articolo 2(e) del Regolamento UE 2017/1129 (il Regolamento Prospetto) e investitori istituzionali esteri ai sensi della Regulation S dello United States Securities Act del 1933 (con esclusione di Australia, Canada, Giappone e Stati Uniti d’America), in esenzione quindi dagli obblighi di pubblicazione del prospetto informativo ai sensi dell’art. art. 1, comma 4, del Regolamento Prospetto.

Il range di prezzo indicativo delle azioni di Intermonte è stato fissato tra un prezzo minimo di 2,60 euro e un prezzo massimo di 2,90 euro per azione, corrispondente ad una capitalizzazione complessiva di mercato della Società, al netto delle azioni proprie, compresa tra circa 83,6 milioni di euro, sulla base del prezzo minimo e, circa 93,2 milioni sulla base del prezzo massimo (il range, incluse le azioni proprie, corrisponde ad una capitalizzazione complessiva tra circa 94,1 milioni e circa 105,0 milioni).

Nell’ambito dell’operazione di quotazione su AIM Italia di Intermonte, Intesa Sanpaolo S.p.A. (Divisione IMI Corporate & Investment Banking), agisce in qualità di Global Coordinator, Bookrunner e Specialist, Intermonte SIM S.p.A. in qualità di Co-Lead Manager, BPER Banca S.p.A. in qualità di Nominated Advisor (Nomad). Lo studio legale Gatti Pavesi Bianchi Ludovici è il consulente legale della Società, mentre BC Communication è l’advisor per la comunicazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: l’Aim si conferma in forte crescita

Mercati, Intermonte: ecco i dettagli dell’Ipo

Mercati: le Ipo all’Aim Italia tornano ai livelli pre-Covid

NEWSLETTER
Iscriviti
X