Mercati, Ipo: per Intermonte boom di richieste

A
A
A
di Redazione 19 Ottobre 2021 | 07:59

Intermonte Partners SIM, holding di controllo di Intermonte SIM, ha concluso con successo il collocamento istituzionale finalizzato alla quotazione delle proprie azioni sul mercato AIM Italia, dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita gestito e organizzato da Borsa Italiana. L’offerta è stata sottoscritta da primari investitori istituzionali italiani ed esteri.

La domanda al prezzo di collocamento è stata pari a circa tre volte le n. 13.750.000 azioni (comprensive delle n. 13.062.500 azioni oggetto dell’Offerta e delle ulteriori n. 687.500 azioni derivanti dall’Opzione Greenshoe) per un controvalore complessivo di circa euro 112 milioni e con una forte partecipazione di investitori esteri pari al 40% circa dell’intera domanda.

Il prezzo di collocamento delle azioni di Intermonte è stato fissato a euro 2,80 per azione, con una conseguente capitalizzazione della Società pari a circa euro 101,3 milioni. L’ammontare complessivo dell’Offerta, considerando anche le azioni oggetto dell’Opzione Greenshoe, è pari a circa euro 38,5 milioni (circa euro 36,6 milioni prima dell’esercizio dell’Opzione Greenshoe).

A seguito dell’ammissione alle negoziazioni, la cui domanda è stata depositata presso Borsa Italiana il 14 ottobre 2021, il flottante di Intermonte realizzato attraverso il collocamento sarà pari a circa il 38,0% del capitale sociale in caso di integrale esercizio dell’Opzione Greenshoe (circa 36,1% del capitale sociale prima dell’esercizio dell’Opzione Greenshoe).

Guglielmo Manetti, ad di Intermonte ha commentato: “Siamo estremamente soddisfatti della risposta degli investitori che hanno mostrato grande fiducia e apprezzamento nel nostro modello di partnership, che oggi ne esce rafforzato e pronto a cogliere nuove opportunità sul mercato. Il nostro posizionamento come operatore di riferimento nel segmento delle PMI, la nostra forza patrimoniale e la diversificazione del nostro business saranno ulteriormente sviluppati grazie alla quotazione in Borsa. L’AIM resta un primo passaggio: guardiamo allo STAR come punto di arrivo per il futuro e alla crescita anche per linee esterne, in particolare nei servizi digitali e nell’Investment Banking”.

La società, gli azionisti venditori e il top management di Intermonte hanno assunto taluni impegni di lock-up, in linea con la prassi di mercato per operazioni similari, per i primi 12 mesi su tutte le proprie azioni; inoltre, ciascun azionista della Società titolare di azioni ordinarie rappresentanti più dell’1% del capitale sociale votante della Società, ha assunto un ulteriore impegno di lock-up, per i successivi 12 mesi, sul 50% delle azioni ordinarie dagli stessi possedute alla data di inizio delle negoziazioni.

Si segnala, altresì, che il top management (nelle figure di Guglielmo Manetti, Fabio Pigorini, Andrea Lago, Guido Pardini e Dario Grillo) e i soci fondatori (Alessandro Valeri e Gian Luca Bolengo) hanno sottoscritto un patto parasociale che prevede un lock-up di 36 mesi a partire dalla data di inizio delle negoziazioni, con riferimento a n. 7.700.000 azioni dagli stessi complessivamente conferite nel patto, pari al 24,0% circa delle azioni in circolazione, al netto delle azioni proprie, rappresentative del 21,3% circa del capitale sociale.

L’operazione di quotazione su AIM Italia di Intermonte è stata seguita da Intesa Sanpaolo S.p.A. (Divisione IMI Corporate & Investment Banking), in qualità di Global Coordinator, Bookrunner e Specialist; Intermonte SIM S.p.A. in qualità di Co-Lead Manager; BPER Banca S.p.A. in qualità di Nominated Adviser (Nomad). Lo studio legale Gatti Pavesi Bianchi Ludovici è il consulente legale della Società, Legance – Avvocati Associati del Global Coordinator e del Nomad, STARCLEX è il consulente per gli aspetti di corporate governance, mentre BC Communication è l’advisor per la comunicazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Clabo già da quest’anno margini reddituali pre Covid. L’analisi

Mercati, Defence Tech debutta a Piazza Affari con un rialzo prossimo al +40%

Mercati: Centrale del Latte d’Italia raccoglie i frutti dell’integrazione con Newlat Food

NEWSLETTER
Iscriviti
X